Pensioni ultime notizie: scontro Salvini-Marattin su Quota 100

Pubblicato il 21 Gennaio 2020 alle 08:39
Aggiornato il: 22 Gennaio 2020 alle 09:55
Autore: Daniele Sforza

Pensioni ultime notizie: è scontro in tv tra Salvini e Marattin sui dati di Bankitalia su Quota 100. E il leader leghista insiste sulle pensioni.

Pensioni ultime notizie scontro Salvini Marattin
Pensioni ultime notizie: scontro Salvini-Marattin su Quota 100

Ospiti della trasmissione L’aria che tira su La7, Matteo Salvini (Lega) e Luigi Marattin (Italia Viva) si sono scontrati sul tema delle pensioni, in particolar modo sull’opposizione Legge ForneroQuota 100, nonché sui dati di Bankitalia sulla misura di pensione anticipata che andrà in scadenza il 31 dicembre 2021. Ecco cosa si sono detti.

Pensioni ultime notizie: scontro Salvini-Marattin, cosa si sono detti

Marattin ha fatto notare a Salvini che la Banca d’Italia smentisce il leader leghista sugli effetti positivi di Quota 100. “Siccome la politica non è soltanto annunciare, ma anche dar conto di risultati, lei ha citato Quota 100 e lei quando ha introdotto Quota 100 ha detto che lo faceva per aumentare l’occupazione, per far entrare più giovani nel mondo del lavoro. Avrà visto il bollettino di Banca d’Italia, il n. 1 di gennaio 2020, che certifica che Quota 10 ha avuto un impatto negativo (-0,4% sull’occupazione). Come commenta questo dato?”

Salvini di tutta risposta ha citato alcuni luoghi, come la Sardegna, dove nelle fabbriche il turnover c’è stato. “Non scherziamo. Ci sono decine di migliaia di giovani, solo 60 mila nel pubblico impiego, che grazie al pensionamento di Quota 100 sono già entrati nel mondo del lavoro. Ci sono decine di migliaia di giovani che hanno preso il posto di decine di migliaia di italiani che sono stati liberati dalla gabbia della legge Fornero. Dal mio punto di vista occorre un ricambio generazionale. Questo è quanto sta succedendo nelle fabbriche”.

Marattin e Salvini, sfida sui numeri di Bankitalia su Quota 100

Pensioni ultime notizie – A questo punto Marattin gli ha chiesto se Bankitalia abbia sbagliato nel suo bollettino e, quindi, se quei dati siano errati. Salvini ha risposto con un attacco diretto all’istituzione. “I bollettini di Bankitalia? Quell’istituzione era pagata per vigilare sulle banche ma intanto non vigilava a sufficienza perché le banche saltavano”, ha commentato il leader leghista. “Mi permetto di avere dei dubbi su qualcuno che era pagato per vigilare e non ha vigilato”. Quindi ha rivendicato con orgoglio la misura varata lo scorso anno e ha fatto anche riferimento a un possibile ritorno della Legge Fornero. “Sono orgoglioso di Quota 100 e chi vuole tornare alla Legge Fornero commette un danno sulla pelle degli italiani. Se lei ritiene che la Legge Fornero sia la soluzione per l’Italia fa un errore clamoroso”.

Pensioni ultime notizie: domenica le elezioni in Emilia Romagna

L’esponente di Italia Viva, però, ha insistito sul fatto che la politica debba potersi misurare con i dati piuttosto che limitarsi a fare annunci e propaganda. “Io penso che un politico serio debba potersi confrontare con i dati come misurati dalle istituzioni indipendenti, non dire che le istituzioni sbagliano quando danno i dati che a lei non piacciono. Si confronti con i dati. Non può fuggire sempre dalla realtà”.

La risposta conclusiva di Salvini, tuttavia, è stata l’ultima mossa di un’accesa campagna elettorale. “In democrazia funziona così: chi vuole tornare alla Legge Fornero, domenica vota Bonaccini, chi vuole Quota 100 domenica vota Lega”.

“Perché la butti sempre in caciara?” ha chiesto Marattin della chiusura del collegamento.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →