Lazzaro felice: trama, cast e anticipazioni del film stasera in tv

Pubblicato il 1 Febbraio 2020 alle 12:46 Autore: Maria Alfonsina Iemmino Pellegrino

Lazzaro felice, questa sera su Rai 3 andrà in onda il capolavoro di Alice Rohrwacher, con Adriano Tardiolo, Alba Rohrwacher e Tommaso Ragno

Aperta campagna
Lazzaro felice: trama, cast e anticipazioni del film stasera in tv

Questa sera, su Rai 3, andrà in onda il capolavoro diretto Alice Rohrwacher e presentato al Festival del Cinema di Cannes. Lazzaro Felice, film del 2018, vede come protagonisti Adriano Tardiolo, Alba Rohrwacher e Tommaso Ragno ed è la storia di un’amicizia speciale, a tratti improbabile, ma unica proprio perché sincera, un legame forte che va al di là di stereotipi e restrizioni sociali.

Lazzaro felice: trama del film di Alice Rohrwacher

Lazzaro Felice vede come protagonista il giovane Lazzaro, figlio di nessuno il quale fin da piccolo vive in un villaggio contadino di proprietà di una ricca Marchesa. I contadini, trattati come schiavi, lavorano nei campi tutto il giorno senza ricompensa alcuna. Lazzaro ha però costruito nel tempo uno stretto e profondo legame di amicizia con Tancredi, il primogenito della Marchesa, che agli occhi dell’orfano contadino appare infelice, nonostante la sua agiatezza. Quando un giorno Tancredi sparirà senza lasciare traccia, Lazzaro capirà che l’amico era davvero infelice e intraprenderà un lungo viaggio per ritrovarlo.

Pari e dispari: trama, cast e anticipazioni del film stasera in tv

Anticipazioni e curiosità sul film in onda questa sera su Rai 3

Un racconto profondo di amicizia, un legame indissolubile tra un giovane schiavo contadino e il figlio della Marchesa che detiene la proprietà di quei terreni. L’amicizia che lega Lazzaro, orfano e Tancredi, erede della Marchesa, rappresenta le forze contrapposte di Bene e Male e, in modo particolare, la figura di Lazzaro si fa portavoce di una rinascita che lo condurrà alla salvezza dell’Anima e alla libertà dello Spirito.

Quando, inspiegabilmente, l’amico Tancredi sparirà nel nulla, Lazzaro intraprenderà un lungo viaggio catartico alla ricerca dell’unica persona che abbia mai amato in tutta la sua vita. La metafora del film, anticipata dal nome stesso del personaggio principale, indica dunque come cammino di Lazzaro sia per lo spettatore un percorso introspettivo, un viaggio guidato dalla psiche delicata del protagonista che ci fa rinascere ritrovando noi stessi.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Maria Alfonsina Iemmino Pellegrino

Laureanda in Scienze della Comunicazione presso l'Università Degli Studi di Salerno. Lavoro come redattrice per Termometropolitico.it dal 2017. In redazione ho trovato terreno fertile per coltivare il mio immenso amore per la scrittura. Parole chiave: informare, trasmettere, creare.
    Tutti gli articoli di Maria Alfonsina Iemmino Pellegrino →