Sondaggi elettorali Ipsos: M5S al 14%. Bene PD e FDI

Pubblicato il 3 Febbraio 2020 alle 07:00 Autore: Alessandro Faggiano

Sondaggi elettorali Ipsos: M5S al 14%. Bene PD e FDI. Il partito della Meloni si mette in scia dei 5 Stelle. Si avvicina il sorpasso?

sondaggi elettorali ipsos 2 febbraio
Sondaggi elettorali Ipsos: M5S al 14%. Bene PD e FDI

Arriva, puntuale la rilevazione mensile di Ipsos per il Corriere della Sera. L’istituto del noto sondaggista Nando Pagnoncelli mostra i risultati dell’ultimo sondaggio condotto a fine gennaio (tra il 28/01 e il 30/01), con i risultati già noti delle elezioni regionali calabresi ed emiliano-romagnole. I dati vengono confrontati con l’ultima rilevazione risalente al 20 dicembre 2019.

Secondo Ipsos, i grandi beneficiari di questo intenso mese di campagna elettorale sono stati il Partito Democratico e Fratelli d’Italia. I dem tornano a superare i 20 punti percentuali e si allontanano dal Movimento 5 Stelle. Proprio i pentastellati farebbero registrare la peggior performance dal 2013 in poi. La Lega non sembra accusare il colpo della sconfitta in Emilia-Romagna e, anzi, si rafforza come primo partito. All’interno dello schieramento di centrodestra, però, va dato risalto all’ottimo momento vissuto da Fratelli d’Italia. Secondo Ipsos, il partito guidato da Giorgia Meloni godrebbe del 12% dei consensi. Questa rilevazione demoscopica metterebbe FDI in scia del M5S, distante appena due punti.

Andiamo a vedere le variazioni nel dettaglio, partito per partito.

Sondaggi elettorali Ipsos: Lega al 32%. Il PD torna sopra il 20%

La Lega si conferma stabilmente primo partito in Italia. Per Ipsos, la forza politica guidata da Matteo Salvini incamera mezzo punto percentuale e si porta al 32%.

Il PD fa registrare un buon recupero, probabilmente grazie agli sforzi profusi per mantenere il controllo dell’Emilia-Romagna. I dem passano dal 18,2% al 20,3%. Il distacco dal M5S aumenta così sensibilmente: i pentastellati soffrono le performance negative in Emilia-Romagna e Calabria, oltre all’attuale mancanza di una leadership chiara, e sprofonda al 14% (-3,7% rispetto alla rilevazione del 20 dicembre). Un risultato così negativo non si vedeva dal lontano 2013.

Passando alla quarta forza politica del Paese – che aspira ad entrare sul podio a stretto giro di posta – è Fratelli d’Italia. FDI balza al 12%, facendo registrare un +1,7% rispetto all’ultimo sondaggio targato Ipsos. La differenza con il M5S si fa sempre più sottile e due punti di distacco sono oggettivamente pochi, considerato il trend dei due partiti.

Cala Italia Viva, Sale “Azione” di Carlo Calenda

L’exploit del PD potrebbe aver eroso una parte del consenso di Italia Viva. La formazione centrista guidata da Matteo Renzi perde un punto percentuale e scende dal 5,3 al 4,3%. Altro beneficiario di questa caduta è Carlo Calenda che, con “Azione”, si porterebbe al 2,3%. Risultato migliore rispetto a quello di +Europa, che non andrebbe oltre l’1,1%.

Una ipotetica coalizione di partiti di centro potrebbe superare la soglia di sbarramento di un altrettanto ipotetico sistema proporzionale. Chiaramente, la somma dei singoli partiti non fa il totale della coalizione (come si può ricordare dal caso emblematico di Liberi e Uguali).

sondaggi elettorali ipsos 2 febbraio
Fonte: ipsos per il corriere della sera

Fiducia: Conte leader più apprezzato. Seguono Salvini e Meloni

Il leader più apprezzato, stando alla rilevazione di Ipsos, rimane l’attuale premier Giuseppe Conte. Per lui, un 50% di consenso che supera anche la fiducia goduta dal governo giallo-rosso (45%). In seconda e terza posizione, praticamente appaiati, troviamo Salvini (42%) e Giorgia Meloni (41%). Immediatamente fuori dal podio, abbastanza staccato, troviamo Dario Franceschini (al 29%).

Le peggiori valutazioni arrivano per Renzi (13%) e il nuovo reggente del M5S, Vito Crimi (12%). Berlusconi gode della stessa fiducia riposta in Di Maio (20%).

Nota metodologica: sondaggio realizzato da Ipsos per il Corriere della Sera presso un campione casuale rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne per area di residenza, livello di scolarizzazione, età, dimensione del Comune di residenza. Sono state realizzate 1.000 interviste (su 5.443 contatti) condotte mediante mixed mode CATI/CAMI/CAWI tra il 28 e il 30 gennaio 2020.

Il resto della nota metodologica sarà reso disponibile da Ipsos sul sito ministeriale www.sondaggipoliticoelettorali.it

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Alessandro Faggiano

Caporedattore di Termometro Sportivo e Termometro Quotidiano. Analista politico e politologo. Laureato in Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Salerno e con un master in analisi politica conseguito presso l'Universidad Complutense de Madrid (UCM).
Tutti gli articoli di Alessandro Faggiano →