Governo ultime notizie: Renzi “non vogliamo farlo cadere”

Pubblicato il 7 Febbraio 2020 alle 18:45 Autore: Giuseppe Spadaro

Governo ultime notizie: dopo l’accordo di tre dei quattro attori della maggioranza di governo sulla prescrizione Renzi ribadisce: non cambiamo idea.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante una iniziativa pubblica
Governo ultime notizie: Renzi “non vogliamo farlo cadere”

Governo ultime notizie – era noto da tempo, il tema della prescrizione e della riforma della giustizia sarebbe stato nel corso del 2020 tra i nodi più difficili che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte avrebbe avuto da sbrogliare. Al momento la matassa è ancora abbastanza intricata. Da una parte la visione del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, su cui tre quarti della maggioranza di governo hanno raggiunto un’intesa, e dall’altra la posizione di Italia Viva capitanata da Matteo Renzi su una linea maggiormente garantista.

Governo ultime notizie, Renzi (Italia Viva) sulla prescrizione “Io non la voto”

Ospite del programma Circo Massimo di Radio Capital, condotto dal giornalista Massimo Giannini, Renzi è stato abbastanza netto. L’ex premier, a nome della sua formazione politica, oltre a chiamarsi fuori rispetto al voto sulla prescrizione ha spiegato che secondo lui non ci sono i numeri sufficienti per approvarla. “A mio avviso questo accordo a tre che hanno fatto ieri non ha la maggioranza in Parlamento. Può darsi che sbagli, leggo che Conte è pronto ad avere 50 parlamentari centristi che votano questa riforma, la votassero loro, io non la voto”.

Renzi su numeri in Parlamento e futuro del governo

Governo ultime notizie – Partendo dai numeri in Parlamento, Renzi ha poi allargato lo sguardo sul futuro del Governo. Ed eventualmente della legislatura. “Se si trova voti in Forza Italia, nella Lega che gli vota questa roba io sono contento per loro, un po’ meno per il Paese. Secondo me – sono state le parole di Renzi – non hanno la maggioranza, ma se si stanno preparando con un’altra maggioranza, evviva, è la libertà, è la democrazia parlamentare. La mia impressione è che abbiano fatto male i conti, suggerirei prudenza. Io non mi sono sfilato, lo dico da sei mesi che su questa storia della giustizia non si può diventare populisti”.

“Noi – ha affermato Renzi – non vogliamo lasciare le postazioni, se poi il presidente del Consiglio vuole lo dica, ma sulla giustizia noi non ci stiamo. Se ci vogliono buttar fuori lo dicano, se ci dicono ‘o cambiate idea o vi buttiamo fuori’, noi non cambiamo idea”.

Governo ultime notizie, Renzi attacca Bonafede

Inoltre Renzi ha attaccato frontalmente il ministro della giustizia ed esponente del Movimento 5 Stelle “Bonafede ha una visione giustizialista che io non condivido. Lui è quello che se arriva Battisti in Italia fa il video e confonde il dolo e la colpa”.

Poi ha aggiunto: “Sulla prescrizione ripeto quello che abbiamo sempre detto, da sei mesi. Questo governo è nato per evitare l’Italexit di Salvini, io non posso diventare giustizialista, non mi iscrivo alla Casaleggio e a Rousseau. Non possiamo essere d’accordo su tutto. Se non vogliono trovare un punto d’accordo il Parlamento deve trovarne uno, scegliere tra la legge Bonafede-Salvini o quella di Gentiloni e Orlando. Ieri la novità è che il Pd si è schierato coi 5 Stelle”.

La proposta di Renzi e di Italia Viva? “Approviamo il lodo Annibali, votiamo la riforma del processo penale e poi modificheremo in Parlamento”.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →