Concorso Regione Campania sospeso: motivazioni e cos’è successo

Pubblicato il 17 Febbraio 2020 alle 13:40 Autore: Guglielmo Sano

Concorso Regione Campania: la quinta sezione del Tar campano ha ordinato la sospensione del “concorsone” con in palio 950 posti

Quiz
Concorso Regione Campania sospeso: motivazioni e cos’è successo

Il Concorso della Regione Campania, per il momento, non si farà. E’ questa la decisione della quinta sezione del Tar campano, il quale ha ordinato la sospensione del maxi-concorsone con in palio 950 posti nella pubblica amministrazione regionale. L’amministrazione regionale, però, si è rivolta al Consiglio di Stato per poter proseguire nella selezione.

Concorso Regione Campania: l’ordinanza del Tar

Il concorso volto all’assunzione di 950 unità di personale a tempo indeterminato presso gli uffici della Regione Campania è stato sospeso dal Tar dopo il ricorso di alcuni candidati esclusi. A essere contestate le modalità operative con cui Formez e Commissione Ripam hanno gestito la selezione fino a questo momento e, nello specifico, il mancato rispetto del principio di anonimato delle prove necessario per “salvaguardare la segretezza degli autori delle prove scritte fino a quando la correzione non sia stata ultimata” scrivono gli avvocati dei candidati esclusi.

Le indicazioni fornite ai candidati prescrivevano, per quanto riguarda lo svolgimento della prova preselettiva, di apporre al test e al foglio dei dati anagrafici dei talloncini con un codice a barre identico. Tuttavia, tali documenti non sarebbero stati conservati in busta sigillata e anonima: è chiaro che, rimanendo visibile, il suddetto talloncino potrebbe aver fornito un riferimento per identificare l’autore del compito. Insomma, i compiti sarebbero stati esposti – almeno potenzialmente – a manipolazioni. Tra l’altro, il Tar ha sottolineato come risulti sospetto che, nonostante fosse stato predisposto un sistema di correzione a lettura ottica per velocizzare la correzione, ci siano comunque voluti tre mesi per avere i risultati dei test.

A rischio anche i Concorsi per Mibac e Ministero della Giustizia

Ora, il rischio è che la sospensione si estenda anche a molte altre selezioni: in primis, secondo gli avvocati che curano il ricorso, gli stessi dubbi potrebbero emergere a proposito di un’altra selezione organizzata dalla Regione Campania per l’assunzione di 1.225 impiegati; detto ciò, le violazioni dell’anonimato riguarderebbero tutti concorsi organizzati negli ultimi mesi da Formez e dalla Commissione interministeriale Ripam: quello per oltre mille posti al Mibac e quello con oltre 2mila posti in palio al ministero della Giustizia.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →