Contributi Inps 2020: nuove aliquote, ecco per chi scattano. La circolare

Pubblicato il 14 Febbraio 2020 alle 13:54
Aggiornato il: 20 Febbraio 2020 alle 21:01
Autore: Daniele Sforza

Nuove aliquote relative ai contributi Inps 2020 per una determinata tipologia di lavoratori: ecco l’ultima circolare Inps a riguardo.

Contributi Inps 2020 nuove aliquote
Contributi Inps 2020: nuove aliquote, ecco per chi scattano. La circolare

Ci sono novità in merito ai contributi Inps 2020 per una specifica categoria di lavoratori, i quali si troveranno di fronte a nuove aliquote. Lo spiega dettagliatamente l’Inps con la circolare n. 24 del 13 febbraio 2020 avente come oggetto, per l’appunto, l’aliquota contributiva 2020 per i pescatori autonomi, nella quale si illustrano anche le modalità e i termini di versamento dei contributi.

Contributi Inps 2020 pescatori autonomi: importo rapportato alla retribuzione

Nella circolare si legge che i lavoratori autonomi che svolgono attività di pesca, anche quando non siano associati in cooperativa, sono soggetti alla Legge n. 250/1958, e quindi tenuti a versare un contributo Inps mensile, soggetto ad adeguamento annuale e rapportato al salario convenzionale per i pescatori della piccola pesca marittima e delle acque interne associati in cooperativa.

L’Istat ha comunicato, nella misura dello 0,5%, la variazione percentuale verificatasi nell’indice dei prezzi al consumo, per le famiglie di operati e impiegati, per i periodi comprendenti le intere annualità 2018 e 2019. Per il 2020 la misura del salario giornaliero convenzionale per i pescatori è riassunta nella seguente tabella:

Anno 2020Retribuzione convenzionale
Misura giornaliera27,21 €
Misura mensile (25 giorni)680 €

È dunque su questa retribuzione mensile che vanno calcolati per l’anno 2020 i contributi dovuti dai pescatori autonomi.

Aliquota contributiva per il FPLD

I pescatori autonomi sono inoltre soggetti all’aumento di 4,29 punti percentuali, un incremento applicato in via graduale in ragione di 0,50% ogni due anni a partire dal 1° gennaio 1997, con un ultimo aumento di 0,29% dal 1° gennaio 2013. A partire dal 1° gennaio 2014 e per l’anno 2020 nei confronti dei pescatori l’aliquota contributiva resta ferma al 14,90%. Tale aliquota è determinata nel seguente modo:

Gestione FPLDAliquoteCoefficienti di ripartizione
Base0,110,007383
Adeguamento14,790,992617
Totale14,901

Il contributo mensile per l’anno 2020 che risulta applicando l’aliquota contributiva alla retribuzione convenzionale, è pari a 101,32 € ed è così ripartito:

FPLDContributo mensile
Base0,75 €
Adeguamento100,57 €
Totale101,32 €

Contributi Inps 2020 e sgravio contributivo

Con riferimento alla Legge di Bilancio 2018 si prevede l’estensione in favore delle imprese della pesca costiera e della pesca nelle acque interne e lagunari, nella misura del 70%, delle agevolazioni fiscali e contributive. Nel 2018 tali benefici erano corrisposti nel limite del 45,07%. Come ribadito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, le imprese citate possono continuare a fruire di questi sgravi nelle stesse modalità degli anni precedenti. Nella Legge di Bilancio 2020, a tal proposito, si legge: “A decorrere dall’anno 2020, i benefici di cui all’articolo 6 del decreto-legge 30 dicembre 1997, n. 457, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 1998, n. 30, sono corrisposti nel limite del 44,32%”.

Aliquote gestione separata: la circolare dell’Istituto

Di conseguenza, nel 2020 il contributo mensile, al netto dell’agevolazione, deve essere corrisposto in misura pari a 56,42 euro, così ripartito:

FPLDContributo mensile
Base0,42 €
Adeguamento56 €
Totale56,42 €

Contributi Inps e riscossione del contributo di maternità

Il quarto capitolo della circolare Inps è dedicato alla riscossione del contributo di maternità. Con riferimento alla circolare n. 130/2013 si ricorda l’estensione del diritto all’indennità di maternità alle pescatrici autonome della piccola pesca e delle acque interne. Alla copertura degli oneri derivanti dall’applicazione di questo beneficio si provvede con il versamento di un contributo la cui misura, a carico di ogni iscritto al fondo, è uguale a quella prevista per ogni iscritto all’assicurazione IVS per le gestioni dei coltivatori diretti, coloni e mezzadri, artigiani ed esercenti attività commerciali, pari all’importo mensile di 0,62 €. Lo stesso è riscosso congiuntamente al contributo IVS.

Pensioni 2020 e buchi contribuzione: come coprire i periodi

Contributi Inps 2020 pescatori autonomi: modalità di versamento

Il versamento del contributo deve essere effettuato in rate mensili con scadenza entro il giorno 16 del mese. L’Inps invierà agli assicurati le comunicazioni relative ai dati utili per il versamento dei contributi Inps 2020 dovuti.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →