La partita: trama, cast e anticipazioni film. Quando esce al cinema

Pubblicato il 26 Febbraio 2020 alle 14:30 Autore: Adriana Moraldo

La partita: la trama, il cast e le anticipazioni. Quando esce nelle sale cinematografiche il film con Francesco Pannofino.

La partita: trama, cast e anticipazioni film. Quando esce al cinema
La partita: trama, cast e anticipazioni film. Quando esce al cinema

Gioia, sogni nel cassetto e cocenti delusioni, queste le caratteristiche de La partita. La pellicola drammatica in programmazione nelle sale cinematografiche da giovedì 27 febbraio 2020, è stata prodotta da Duel Produzioni, Freak Factory, Pyramid Factory, Wrong Way Pictures.

Il film, diffuso da Zenit Distribution, è stato scritto e diretto da Francesco Carnesecchi, regista noto per aver lavorato dietro la macchina da presa in numerosi cortometraggi. L’opera inoltre ha potuto contare sulla fotografia di Stefano Ferrari, il montaggio di Giovanni Pompetti mentre le musiche sono state affidate a Vanni Fiorelli e Alessio Lotterò. Ma vediamo insieme la sinossi de La partita!

La partita: trama e anticipazioni film. Quando esce al cinema

Come già detto in apertura di articolo, il film di Francesco Carnesecchi sarà in programmazione nelle sale da giovedì 27 febbraio 2020. Il lungometraggio è ambientato a Roma e prende le mosse dall’ultima partita del campionato di calcio. L’evento, apparentemente di poca rilevanza, rappresenta un’occasione unica per un gruppo di persone di cambiare per sempre la propria vita.

Tante sono le persone coinvolte direttamente o indirettamente nel match: Italo, presidente dell’Associazione Sportiva ha scommesso tutti i propri soldi sulla partita, Claudio Bulla è un allenatore che fino a quel momento non ha mai vinto nulla e spera di poter finalmente ottenere un riconoscimento per i propri sforzi. C’è poi anche Antonio, capitano della squadra che sogna di diventare un grande calciatore nonostante la concorrenza sia alta.

Il cast del film

In La partita Francesco Pannofino interpreta Claudio Bulla e Alberto Di Stasio è Italo. Giorgio Colangeli veste i panni di Umberto, Gabriele Fiore quindi di Antonio e Daniele Mariani è Leo. Lidia Vitale recita la parte di Roberta, Fabrizio Sabatucci quella di Paolo e Veruska Russi è Gianna. Inoltre Simone Liberati è il ragazzo in macchina mentre Giada Fradeani, Efisio, Stefano Ambrogi e Francesca Antonelli sono rispettivamente Laura, Ettore, Cristian è una tifosa.

Hanno partecipato al film anche Giulia Cragnotti nelle vesti di Giulietta, Siria Simeoni in quelle di Priscilla e Gabriel Montesi che è Alfredo. Yaser Mohamed è Marcello, Paolo Minasi interpreta Gianni e Giulia Schiavo e la ragazza in macchina. Hanno recitato in La partita Riccardo Russo nel ruolo di Frank, Sandro Parrello in quello di Greg e Daniele Felici chi è Lele. Stefano Fabrizi recita la parte di Padre Mario, Ivan Filippo quella di Daniele e Lukas Frederic Achom è il chirichetto. Antonino Anzaldi è il massaggiatore blu, Luca Bello interpreta Dario e Daniele Bonomo è il capitano blu. Emanuele Bonobo è Leonardo Chiarucci sono due giocatori mentre Francesco de Fabiani è Tommy e Lorenzo Di Salvo veste i panni di un ragazzo tedesco. Damiano Diana è il chirichetto, Tiziano Lepone e zio Franco e Lavinia Origoni interpreta la ragazza tedesca. Andrea Pannofino è Simone Paralovo sono un matto e l’arbitro, Sabina Pedone è la zia di Antonio e Cristiano Priori è un medico blu. Completano il cast Luca Pulcini nel ruolo del medico, Giulia Santilli in quello della tifosa avversaria, Francesco Tolotta nelle vesti del giocatore, Claudio Vitturini in quelle dell’allenatore blu e Simone Zullo nella parte del portiere blu.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Adriana Moraldo

Laureanda in Lettere Moderne è appassionata di cinema, letteratura e musica. Collabora con Termometro Politico da ottobre 2018. Attualmente si occupa della sezione Termometro Quotidiano e scrive articoli di tempo libero, spettacolo, cinema e televisione.
Tutti gli articoli di Adriana Moraldo →