Amuchina fai da te si può fare? I consigli dell’Iss e gli standard

Pubblicato il 27 Febbraio 2020 alle 15:42
Aggiornato il: 25 Marzo 2020 alle 23:39
Autore: Daniele Sforza

Amuchina fai da te: ma si può veramente fare o si corrono dei rischi? Sul tema ne ha parlato l’Istituto Superiore della Sanità. Ecco cosa bisogna sapere.

Amuchina fai da te si può fare
Amuchina fai da te si può fare? I consigli dell’Iss e gli standard

Un po’ di alcool, un po’ di acqua, altri ingredienti ed ecco fatta una amuchina fai da te. Questa la guida del fisico Valerio Rossi Albertini del Cnr finalizzata a creare un disinfettate per l’igiene a casa. Potrebbe essere utile, visti gli elevati prezzi e la scarsa reperibilità del prodotto. Ma si può veramente creare un prodotto che serve per l’igiene personale in casa in questo modo? A esprimersi sulla questione ci ha pensato l’Istituto Superiore della Sanità, che sconsiglia di preparare questo tipo di prodotti in casa, anche perché risulterebbero assenti gli standard di qualità dell’Oms. In ogni caso “si sottolinea che un preparato contenente sostanze pericolose non deve mai essere conservato in contenitori anonimi privi di etichetta e di informazioni sul contenuto e la data di preparazione”. Questi tipi di prodotti, prosegue l’Iss, devono infatti essere conservati lontano dalla portata dei bambini, dai prodotti alimentari e da prodotti con altra destinazione d’uso.  

Amuchina fai da te: i consigli dell’Iss

Vista la pericolosità delle sostanze, infatti, i produttori di prodotti analoghi sono tenuti a rispettare la normativa europea e a riportare sull’etichetta dei formulati le indicazioni di pericolo riguardanti la presenza di liquido e vapori facilmente infiammabili e la possibilità di contrarre gravi irritazioni oculari a contatto. La prudenza non è mai troppa e, come per ogni prodotto di questo tipo, è necessario anche indicare di proteggersi occhi e viso e tenere lontano da fonti di calore. “Tenere a disposizione il contenitore in caso di consultazione di un medico, tenere fuori dalla portata dei bambini, non fumare, in caso di incendio utilizzare schiuma alcol resistente, polvere chimica, acqua nebulizzata, anidride carbonica; in caso di contatto con gli occhi sciacquare accuratamente per parecchi minuti. Togliere eventuali lenti a contatto”.

Gite sospese a scuola per coronavirus e certificato medico: le indicazioni

Insomma, fare l’amuchina a casa propria non è un gioco da ragazzi, né tantomeno uno scherzo e si consiglia di acquistare prodotti certificati e validi, a prezzi ovviamente regolari. L’Iss informa anche che “i produttori devono inoltre garantire che il personale addetto alla preparazione di questi prodotti, manipoli le singole sostanze (ingredienti) in condizioni di sicurezza indossando dispositivi di protezione individuali quali guanti e occhiali protettivi ed evitando di respirare i vapori”.

Lavarsi le mani con acqua e sapone

Sul comunicato dell’Iss si fa riferimento alla possibilità che, a causa della paura generale del contagio, farmacie e altri punti vendita possano essere sprovvisti di gel e altre soluzioni finalizzate all’igiene delle mani. In questi casi, “va ricordato che il lavaggio con acqua e sapone, se ben effettuato, garantisce una perfetta igiene anche nei confronti del virus SARS-CoV-2”. Inoltre, “qualora voleste approfittare della comodità di un gel o di una soluzione per l’igiene delle mani a base idroalcolica da portare con voi e da usare in qualunque situazione, segnaliamo che questi prodotti possono essere preparati anche da alcune farmacie come prodotti galenici provvisti di apposita etichetta”. Il suggerimento è quello di virare su prodotti con una percentuale di alcol “pari ad almeno il 60%”.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →