Gite sospese a scuola per Coronavirus e certificato medico: le indicazioni

Pubblicato il 27 Febbraio 2020 alle 12:01
Aggiornato il: 25 Marzo 2020 alle 23:40
Autore: Daniele Sforza

Gite sospese, certificati medici e lezioni a distanza a causa del Coronavirus: ecco quali sono le disposizioni del Dpcm del 25 febbraio 2020.

Gite sospese a scuola per coronavirus
Gite sospese a scuola per Coronavirus e certificato medico: le indicazioni

Le gite sospese per coronavirus sono solo uno dei provvedimenti contenuti nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dello scorso 25 febbraio e pubblicato ieri, mercoledì 26 febbraio 2020, in Gazzetta Ufficiale, contenente le misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Gite sospese per coronavirus e non solo: cosa dice il decreto

Il decreto prevede che i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, sono sospese fino al 15 marzo 2020.

Stretta anche sulle assenze a scuola. Infatti, si legge che la riammissione nelle scuole di ogni ordine e grado per assenze dovute a malattia di durata superiore a cinque giorni, avviene, sempre fino alla data del 15 marzo 2020, dietro presentazione di certificato medico.

Infine i provvedimenti riguardano anche le lezioni a distanza. Ecco quanto si legge testualmente: “i dirigenti scolastici delle scuole nelle quali l’attività didattica sia stata sospesa per l’emergenza sanitaria, possono attivare, di concerto con gli organi collegiali competenti e per la durata della sospensione, modalità di didattica a distanza avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità”.

Gli altri provvedimenti

Cosa riguardano gli altri provvedimenti? L’articolo 2 del decreto è incentrato sulla modalità di lavoro agile, applicabile in via provvisoria fino al 15 marzo 2020 per i datori di lavoro che hanno sede legale o operativa nelle Regioni coinvolte (Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Veneto e Liguria), nonché per i lavoratori qui residenti o domiciliati che svolgono attività lavorativa fuori da questi territori, a ogni rapporto di lavoro subordinato.

Sempre nei comuni delle Regioni coinvolte sono inoltre sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici e privati nelle zone coinvolte.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →