Pensioni ultime notizie: bancomat o postamat, calendario accrediti aprile

Pubblicato il 19 Marzo 2020 alle 08:10 Autore: Daniele Sforza

Pensioni ultime notizie: assegno di aprile anticipato di qualche giorno, come annunciato dal ministro del Lavoro Catalfo. Il calendario degli accrediti.

Pensioni ultime notizie bancomat postamat
Pensioni ultime notizie: bancomat o postamat, calendario accrediti aprile

Pensioni ultime notizie: l’accredito degli assegni per il mese di aprile è stato anticipato di qualche giorno. Ciò per evitare assembramenti negli uffici postali e bancari e fare in modo che i pensionati liquidino il proprio assegno in modo ordinato e seguendo le disposizioni governative. L’annuncio ufficiale dell’anticipo del pagamento di aprile è stato dato dal ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, nella trasmissione Tagadà in onda su La7. “Insieme a Poste e Inps, stiamo anticipando al 26 marzo il pagamento delle pensioni, scaglionandolo fino al primo aprile”.

Pensioni ultime notizie: pagamento anticipato per chi ha il bancomat

Possibile l’anticipo dell’erogazione per tutti quei pensionati che sono soliti prelevare via bancomat o postamat, al fine di recarsi presso uno sportello ATM e prelevare il dovuto in momenti in cui ci sono meno persone. Un modo per evitare di recarsi fisicamente presso l’ufficio bancario o postale, ma prelevare in totale sicurezza e a distanza con le altre persone presso lo sportello.

Congelamento assegni: ecco in quale settore

Ad annunciare la novità è stato il viceministro dello Sviluppo Economico Stefano Buffagni, nella trasmissione Fuori dal coro, in onda su Rete4. “Siamo al lavoro per far sì che Poste possa erogare a chi preleva col bancomat con giorni in anticipo la pensione per evitare l’assembramento dei pensionati”. Il giorno X in cui i pensionati muniti di bancomat e postamat potrebbero andare a prelevare dovrebbe essere il prossimo giovedì 26 marzo 2020.

Incontro sindacati-governo saltato: le parole della Cgil

Buffagni ha anche parlato del decreto Cura Italia, licenziato martedì 17 marzo 2020, che ha l’unico obiettivo di far arrivare questi 25 miliardi di euro stanziati nelle tasche delle persone. Ad aprile, invece, “si faranno valutazioni ulteriori” allo scopo di trovare “la soluzione migliore per coprire tutte le esigenze”, senza dimenticare soprattutto “le partite Iva”.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →