Sondaggi Demos: amministrative, nel Nord Est spingono per il rinvio

Pubblicato il 26 Marzo 2020 alle 12:37
Aggiornato il: 30 Marzo 2020 alle 12:32
Autore: Andrea Turco

Secondo i sondaggi Demos, a spingere per il rinvio è il 75% degli intervistati che vorrebbe votare in autunno “per consentire di risolvere questa emergenza”

sondaggi politici demos
Sondaggi Demos: amministrative, nel Nord Est spingono per il rinvio

La decisione di rinviare il referendum costituzionale sulla riduzione del numero dei parlamentari a causa dell’emergenza coronavirus raccoglie il favore dell’81% degli abitanti del Nord Est. Secondo i dati raccolti dai sondaggi Demos per l’Osservatorio sul Nord Est del Gazzettino, la maggioranza dei cittadini benedice il rinvio perché “è giusto che (il referendum) si faccia in un momento privo di rischi per la salute pubblica”. Di parere contrario è una ristretta minoranza di persone (15%) secondo cui la consultazione “era meglio farla anche prendendo misure straordinarie di tutela sanitaria ai seggi”. Un po’ come si è fatto in Francia, dove si è svolto, tra le polemiche, il primo turno delle amministrative.

La decisione di rinviare il referendum sul taglio dei parlamentari raccoglie un consenso trasversale: il 94% degli elettori Pd, l’81% degli elettori della Lega, l’88% di chi vota M5S e l’80% di chi sostiene Fratelli d’Italia.

Ma il referendum potrebbe non essere l’unico appuntamento politico ad essere rinviato. A rischio ci sono anche le amministrative di primavera in molti comuni e regioni, tra cui il Veneto. Secondo i sondaggi Demos, a spingere per il rinvio è il 75% degli intervistati che vorrebbe votare in autunno “per consentire di risolvere questa emergenza e fare così una campagna elettorale vera”. Il 18% vorrebbe invece votare comunque a maggio “anche prendendo misure straordinarie di tutela sanitaria ai seggi”. Anche in questo caso, l’ipotesi rinvio raccoglie un consenso trasversale tra gli elettorati dei diversi partiti.

Sondaggi Demos: nota metodologica

L’Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto tra il 11 e il 13 marzo 2020 e le interviste sono state realizzate con tecnica CATI, CAMI, CAWI da Demetra. Il campione, di 1003 persone (rifiuti/sostituzioni: 5682), è statisticamente rappresentativo della popolazione con 18 anni e più residente in Veneto, in Friuli-Venezia Giulia e nella Provincia di Trento, per provincia (distinguendo tra comuni capoluogo e non), sesso e fasce d’età (margine massimo di errore 3.09% con CAWI) ed è stato ponderato, oltre che per le variabili di campionamento, in base al titolo di studio. I dati fino al 2007 fanno riferimento solamente al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia. I dati sono arrotondati all’unità e questo può portare ad avere un totale diverso da 100. I dati fino a febbraio 2019 fanno riferimento ad una popolazione di 15 anni e più.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →