Coronavirus Spagna, ultime notizie: morti, contagiati e guariti al 26/3

Pubblicato il 26 Marzo 2020 alle 14:37 Autore: Alessandro Faggiano

Coronavirus Spagna, ultime notizie: morti, contagiati e guariti al 26/3. A Madrid situazione drammatica: può superare contagi e morti della Lombardia.

Coronavirus Spagna, ultime notizie: morti, contagiati e guariti al 26/3

Mentre in Italia ci si avvicina sempre di più al picco di casi attivi, in Spagna la situazione è, purtroppo, disastrosa. Il paese iberico sta vivendo la settimana più difficile dell’epidemia e il numero di contagi, nonché di decessi e di ricoveri in terapia intensiva, continua a crescere in maniera esponenziale. Solo nella giornata di ieri 25 marzo sono stati certificati 7457 casi e 656 decessi. Nell’abituale conferenza stampa mattutina tenuta dall’epidemiologo Fernando Simón (direttore del Centro per il coordinamento degli avvisi sulla salute e delle emergenze del Ministero della salute) si è fatto il punto della situazione.

Il coronavirus in Spagna cresce ancora: 56.000 contagiati e oltre 600 morti giornalieri

Fernando Simón, nell’abituale conferenza stampa, ha parlato di 7.000 nuovi contagi. Nella sola Comunidad de Madrid si sono superati i 2.000 morti per un totale di 17.166 casi (tra attivi e risolti). Situazione difficile anche in Catalogna dove si superano ampiamente i diecimila casi. Con i dati aggiornati a questa mattina, sono stati certificati 11.592 casi e registrati quasi 672 decessi. Le due Regioni più importanti dal punto di vista economico, finanziario e politico sono l’epicentro dell’epidemia da covid-19.

Il dramma di Madrid che potrebbe ampiamente superare i numeri della Lombardia

Tristemente, la capitale spagnola sembra non riuscire a reggere l’urto del covid-19. Le strutture sanitarie sono al collasso già da giorni e i casi attivi continuano ad aumentare in maniera esponenziale. Molte persone che necessitano di ricovero non solo non dispongono di una stanza, ma neanche di un lettino. Di seguito, le immagini -- pubblicate da El Mundo -- di qualche giorno fa del pronto soccorso di Leganés (una città vicino Madrid).

Las urgencias del hospital de Leganés se llenan de pacientes

Anche a Madrid, ora, bisogna fare i conti con chi far entrare in terapia intensiva e chi no. Molte persone con sintomi da covid-19 non possono ricevere il tampone a causa della saturazione del sistema sanitario.

Il giorno peggiore è atteso per questa settimana

Stando ai modelli a disposizione del Ministerio de Sanidad, il picco del maggior numero di contagi in un solo giorno dovrebbe arrivare questa settimana. Dopo, comincerà lentamente la stabilizzazione verso l’r=1 (riproduttività del virus pari a 1) e il picco di casi attivi.

Quasi 10% dei contagiati da coronavirus in Spagna è personale sanitario

La popolazione spagnola risponde positivamente alle misure del governo e, in segno di ringraziamento verso il personale sanitario, ogni giorno alle 20:00 in punto parte un commosso applauso diretto a chi lotta contro il covid-19 in prima linea. Va segnalato che gli strumenti di protezione in dotazione al personale sanitario spagnolo sono decisamente insufficienti. Sono ben 5.400 i tecnici, medici e infermieri risultati positivi al Sars-CoV-2. Parliamo di circa il 10% dei casi totali. Una percentuale che non si è registrata in nessun’altra parte del mondo.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Alessandro Faggiano

Caporedattore di Termometro Sportivo e Termometro Quotidiano. Analista politico e politologo. Laureato in Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Salerno e con un master in analisi politica conseguito presso l'Universidad Complutense de Madrid (UCM).
Tutti gli articoli di Alessandro Faggiano →