Sondaggi elettorali, un confronto: i minority report degli istituti al 30 marzo 2020

Pubblicato il 30 Marzo 2020 alle 17:52
Aggiornato il: 2 Aprile 2020 alle 16:25
Autore: Gianni Balduzzi

Sondaggi elettorali, il Termometro Politico minority report più importante, con la sua stima della Lega, vista al 32,1%, in salita

sondaggi elettorali
Sondaggi elettorali, un confronto: i minority report degli istituti al 30 marzo 2020

Diamo puntualmente conto dei sondaggi elettorali che ogni settimana i vari istituti producono. Lo facciamo confrontando le tendenze ed i numeri dei singoli studi. Così ognuno può verificare il valore dei partiti osservando come cambia la percentuale da una rilevazione all’altra.

In questa rubrica ogni settimana cerchiamo di tracciare l’andamento dei sondaggi elettorali che si distaccano dagli altri per vedere successivamente chi ci ha visto giusto e anche per cercare di comprendere quali istituti fiutano, prima degli altri, i cambiamenti di umore dell’elettorato.

Sondaggi elettorali, il TP si distingue con la sua stima al rialzo della Lega

Anche questa settimana come accaduto in passato è il Termometro Politico che si è distinto come minority report tra gli istituti, e ancora per la stima della Lega. Che viene data al 32,1%, mentre in media gli altri sondaggi la danno decisamente sotto il 30%, fino al 26,5% di Ixè.

Sondaggio Termometro Politico del 28 marzo 2020
Fonte: Termometro Politico

La Lega è in generale data in discesa nei sondaggi elettorali, ma con grandi differenze tra istituto e istituto, e con trend a volte in controtendenza.

Crescono anche le discrepanze riguardanti Fratelli d’Italia, ma per il motivo opposto, ovvero la sua fase di ascesa. Si va infatti da un minimo dell’11,8% per Swg a un massimo del 14,2% nel caso di Tecnè, che vede anche un sorpasso sul Movimento 5 Stelle.

La stabilità di Forza Italia consente invece una concordia un poco maggiore tra i sondaggi elettorali sul partito di Berlusconi. Anche qui si distingue il TP che lo pone solo al 5%. Mentre arriva al 7% con ixè

I minority report sui partiti di opposizione

Intorno al PD vi è una variabilità piuttosto moderata. Il dato rilevante è che per nessuno va sotto il 20%, neanche per SWG, che lo dà al 20,3%. Al contrario si arriva al 23,1%, al di sopra del livello delle elezioni europee, nei sondaggi elettorali di Winpoll.

Fonte: Swg

Al contrario Winpoll è il meno generoso nei confronti del Movimento 5 Stelle, che valuta solo al 12,8%. L’istituto con lo stima più forte è invece Tecnè, sebbene lo ponga solo al 14,2%.

Passando ai partiti più piccoli Italia Viva ancora presenta valutazioni molto varie. Se per Ixè il partito di Renzi è sceso al 2,2%, per EMG è ancora altissimo, al 5,3%.

Tra l’1% e il 2,6% invece sia +Europa che Azione

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →