Fase 3 coronavirus: cos’è, quando inizia e come sarà l’Italia

Pubblicato il 10 Aprile 2020 alle 10:30 Autore: Daniele Sforza

Fase 3 Coronavirus: adesso si parla di fase 2 nel nostro Paese, ma c’è già chi pensa allo step successivo: il ritorno alla normalità vero e proprio?

Fase 3 Coronavirus: cos'è e quando inizia
Fase 3 coronavirus: cos’è, quando inizia e come sarà l’Italia

Non è ancora iniziata la fase 2, chi già si pensa alla Fase 3 Coronavirus, ovvero quella che sancirà il ritorno alla normalità vero e proprio, con l’allentamento totale di tutte le restrizioni. Sarà forse lo step più difficile, almeno dal punto di vista economico, perché andrà a rappresentare il momento della ripresa e del rilancio. Quando inizierà e come sarà la fase 3?

Fase 3 Coronavirus: quando inizierà in Italia?

Difficile ipotizzare quando inizierà la fase 3 in Italia, semplicemente perché neppure la fase 2 ha avuto inizio. Se su quest’ultima si parla da più parti della data di lunedì 4 maggio (domenica 3 maggio ultimo giorno dell’isolamento), data che sancirà pertanto l’inizio della convivenza con il Coronavirus. Da quel momento in poi inizierà un nuovo countdown, quello che ci porterà alla fase 3, che avrà superato il momento della convivenza con il virus perché quest’ultimo sarà debellato o perché il rischio di diffusione del contagio sarà azzerato (o molto prossimo allo zero). Sarà il momento in cui non saranno più adottate le misure restrittive e si potrà finalmente pensare a una ripresa del Paese totale e in ogni suo aspetto.

Già, ma se il 4 maggio dovesse davvero iniziare la Fase 2, quanto tempo ci vorrà per arrivare alla Fase 3? Impossibile rispondere a questa domanda: com’è ben noto, le decisioni del governo sono prese sulla base di indicatori e informazioni fornite dalla comunità tecnico-scientifica sull’andamento del virus e sui rischi del contagio, onde evitare la rapida comparsa di una seconda ondata e di imporre una seconda quarantena (che sarebbe ulteriormente deleteria).

Se tutto dovesse andare liscio, la Fase 3 potrebbe iniziare in estate. È davvero difficile, però, immaginare oggi una data effettiva: l’auspicio che accomuna tutti gli italiani è che il fattore R0 scenda rapidamente sotto la soglia dello 0,5 o sia completamente azzerato, il che significherebbe che il virus non è più in circolazione e che il rischio del contagio è pressoché inesistente.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →