Indice di contagiosità in calo: ecco il valore aggiornato al 17 aprile

Pubblicato il 18 Aprile 2020 alle 12:55
Aggiornato il: 23 Aprile 2020 alle 00:19
Autore: Guglielmo Sano

L’indice di contagiosità è un parametro fondamentale per valutare l’andamento di un’epidemia; per quanto riguarda il nuovo coronavirus è sceso sotto quota 1

Coronavirus
Indice di contagiosità in calo: ecco il valore aggiornato al 17 aprile

L’indice di contagiosità è un parametro fondamentale per valutare l’andamento di un’epidemia; per quanto riguarda la diffusione del nuovo coronavirus, l’R0 in queste ore si è attestato sotto quota 1, il dato fa pensare che il peggio sia ormai passato.

Indice di contagiosità: di cosa si tratta?

Come spiega l’Istituto superiore di sanità sul proprio sito, tra gli indicatori più importanti quando si parla di malattie infettive c’è sicuramente l’indice di contagiosità, l’R0. Esso si riferisce al numero di riproduzione di base, cioè al “numero medio di infezioni secondarie prodotte da ciascun individuo infetto in una popolazione completamente suscettibile cioè mai venuta a contatto con il nuovo patogeno emergente”. In sostanza, tale parametro misura la potenziale trasmissibilità di una malattia infettiva, dunque è chiaro che più risulta alto l’R0 più aumenta il rischio di diffusione di un’epidemia. Gli studiosi ritengono che la diffusione di una malattia infettiva può essere contenuta se il valore dell’R0 si attesta al di sotto di quota 1, in pratica, se un contagiato in media infetta solo un’altra persona.

Le stime dell’Oms riferiscono di un R0 tra 1,4 e 3,8 (ma sono numerosi gli studi ancora in corso) per quanto riguarda le aree più colpite dal nuovo coronavirus nei primi momenti della sua diffusione. Tanto per fare qualche proporzione: il morbillo ha un “erre con zero” compreso tra 11 e 18 (è il virus più contagioso in assoluto tra quelli che si conoscono), quello dell’influenza stagionale è di 1,3.

Indice di contagiosità
Grafica di Vox

L’R0 in Italia pare sceso sotto quota 1

Nella consueta conferenza stampa sullo stato della diffusione dell’epidemia in Italia di ieri, venerdì 17 aprile 2020, il Presidente del Centro superiore di sanità Franco Locatelli ha annunciato come l’indice di contagiosità del Sars Cov 2 si sia abbassato su valori inferiori a 1, più precisamente, tra lo 0,83 e lo 0,78. Sostanzialmente, un contagiato infetta “meno” di un’altra persona in media.

Ciò significa che l’epidemia non è più in fase espansiva, quindi, proseguendo con varie misure di contenimento giudicate efficaci (tracciamento dei contatti, uso tamponi, uso di dispositivi di protezione individuale come le mascherine, permanenza dei Covid hospital, implementazione dell’efficacia della medicina territoriale, responsabilità dei comportamenti individuali tra quelli citati dallo stesso Locatelli) si può ben sperare nella sconfitta definitiva del nuovo Coronavirus.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →