Coronavirus Veneto: la situazione aggiornata al 19/04

Pubblicato il 19 Aprile 2020 alle 10:55 Autore: Alessandro Faggiano

Coronavirus Veneto: la situazione aggiornata al 19/04. Cala il numero di casi attivi ma ancora 318 nuovi contagi. Zaia spinge per fase 2.

mascherina
Coronavirus Veneto: la situazione aggiornata al 19/04

In Veneto, Luca Zaia si dice pronto a riaprire e ad anticipare il governo. Il presidente della Regione crede che il peggio sia passato e che sia il momento di ripartire. I dati degli ultimi giorni confermano una stabilizzazione della curva, con 318 nuovi casi ma una riduzione netta di positivi di 174. Ai 318 casi diagnosticati, infatti, vanno sottratti guariti e decessi dell’ultimo giorno. Il totale di positivi rimane al di sopra delle 10.000 unità. Di questi, 190 sono in terapia intensiva e 1.477 sono ospedalizzati in sub-intensiva con sintomi che non permettono il semplice isolamento domiciliare. Nel complesso, il Veneto rileva oltre 1.000 morti legati all’epidemia da covid-19. Spicca il numero di tamponi effettuati (più di 247.000), che si avvicina a quello di test eseguiti dalla Regione Lombardia (la più colpita dall’emergenza). La “fase 2” di Zaia dovrebbe basarsi proprio su uno screening a tappeto, replicando il modello coreano.

Clicca qui per la nostra pagina speciale sull’epidemia da covid-19 in Italia

terapia intensiva190
totale ospedalizzati1.477
isolamento domiciliare8.967
totale positivi10.444
variazione totale positivi-174
nuovi positivi318
dimessi guariti4.189
deceduti1.059
totale casi15.692
tamponi247.329

Emergenza coronavirus in Veneto, i dati provincia per provincia

Nonostante Luca Zaia prema per la riapertura, i dati provenienti dalla Regione Veneto non sono chiarissimi e non mostrano una netta regressione della curva epidemica. Nella giornata di ieri – con i dati aggiornati alle ore 18:00 del 18 aprile -, si è rilevato un incremento di casi totali in Regione del 2,07% (in linea con l’andamento nazionale). Le province che vedono maggiori crescite di contagi sono quelle di Vicenza (+4,36%) e Belluno (+8,37%). Ricordiamo che, in ogni caso, il Veneto sta provando a effettuare una politica di screening a tappeto. Per questa ragione, gli incrementi totali andrebbero comparati con la percentuale di tamponi positivi su tamponi effettuati. Su 10.000 tamponi, il 3,18% è risultato positivo. Il risultato è leggermente migliore rispetto a quello della media nazionale, seppur lontano dai dati ancor più incoraggianti che provengono da alcune Regioni del Sud Italia come Basilicata, Molise e Campania.

Veneto15.692+2,07%
Verona3.880+1,97%
Padova3.633+1,17%
Treviso2.300+2,82%
Vicenza2.296+4,36%
Venezia2.116+0,95%
Belluno835+3,47%
Rovigo306+1,66%

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Alessandro Faggiano

Caporedattore di Termometro Sportivo e Termometro Quotidiano. Analista politico e politologo. Laureato in Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Salerno e con un master in analisi politica conseguito presso l'Universidad Complutense de Madrid (UCM).
Tutti gli articoli di Alessandro Faggiano →