Fase 2: traporti e mascherine, novità per Roma e Milano

Pubblicato il 2 Maggio 2020 alle 13:33 Autore: Guglielmo Sano

Fase 2: come cambierà il trasporto pubblico? dove e quando bisognerà usare le mascherine? Cominciano a delinearsi i contorni della Fase 2

Mascherine: quando sono obbligatorie anche all’aperto?
Fase 2: traporti e mascherine, novità per Roma e Milano

Fase 2: come cambierà il trasporto pubblico? Dove e quando bisognerà usare le mascherine? Cominciano a delinearsi i contorni del periodo di convivenza col nuovo coronavirus, in particolare, per quanto riguarda Roma e Milano.

Coronavirus ultime notizie: ecco cosa contiene la bozza del Decreto Aprile

Fase 2: cosa succederà a Roma

Oltre ai trasporti cittadini e all’uso dei dispositivi di protezione individuale, la Fase 2 porterà diverse novità anche per quanto riguarda gli orari lavorativi nella Capitale. A Roma, durante il periodo di convivenza col nuovo coronavirus i mezzi pubblici circoleranno fino alle ore 23:30. Tuttavia, verrà favorito l’uso di auto, moto e bici in sharing anche grazie all’allestimento di 150 chilometri di piste ciclabili. Dal Campidoglio si dovrebbe anche scegliere di aprire la Ztl fino al 31 maggio. Si punta a far lavorare l’80% dei romani da casa.  

I negozi potranno restare aperti fino alle ore 21:30, a eccezione dei supermercati il cui orario di chiusura sarà fissato alle ore 22:00. Chi fa servizio a domicilio resterà aperto anche di più. Inoltre, riapriranno i parchi, in primis Villa Borghese e Villa Phamphilj, così come – nei termini consentiti dal governo – anche bar, ristoranti e locali. In ogni caso aumenteranno i controlli anti-assembramento e le verifiche su clienti e personale che dovranno indossare guanti e mascherine.

Fase 2: e se i calcoli del governo fossero sbagliati?

Cosa succederà a Milano

A Milano nella Fase 2 si dovrà indossare la mascherina ogni volta che si esce dalla propria abitazione, se non se ne ha una a disposizione dovrebbe bastare qualunque altro indumento che riesca a coprire naso e bocca. Non saranno soggetti a tale obbligo i bambini sotto i sei anni e alcune categorie di disabili. Capitolo negozi: potrà farvi accesso un solo componente per nucleo familiare alla volta. Ai supermercati la Regione Lombardia raccomanda la rilevazione della temperatura corporea dei clienti all’ingresso. Infine, per quanto riguarda i mezzi di trasporto pubblico, le corse riprenderanno secondo l’orario invernale (anche in estate) con riduzione della capienza pari all’85% per i posti in piedi e del 50% per i posti a sedere, sarà previsto anche l’uso obbligatorio dei guanti per i passeggeri.

Sondaggi elettorali TP, gli italiani in disaccordo con le regole della fase 2

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →