Maturità 2020: prova unica, materie esame e assegnazione punteggio

Pubblicato il 7 Maggio 2020 alle 12:56
Aggiornato il: 15 Maggio 2020 alle 20:05
Autore: Daniele Sforza

Come si svolgerà l’esame di Maturità 2020? Dalla prova unica alle materie di esame, fino ai criteri di assegnazione del punteggio. Cosa sapere.

Maturità 2020 prova unica
Maturità 2020: prova unica, materie esame e assegnazione punteggio

Come si svolgerà l’esame di Maturità 2020? Questa domanda è rimasta per diverso tempo in sospeso, ma ormai è cosa nota che l’esame di Stato per i maturandi si svolgerà in una unica prova orale, senza dunque le consuete prove scritte, a partire dalla data designata del 17 giugno 2020. Quali saranno le materie oggetto del colloquio orale e come funzionerà in questa circostanza straordinaria il criterio di assegnazione del punteggio?

Maturità 2020: prova unica dal 17 giugno, come sarà

L’esame di Maturità 2020 inizierà a partire da mercoledì 17 giugno 2020 e consisterà in una unica prova orale. Un cambiamento necessario imposto dall’emergenza epidemiologica causata dal Coronavirus. L’esame si svolgerà però in presenza e non a distanza e durerà al massimo 60 minuti.

La ministra dell’istruzione Lucia Azzolina, in occasione del Question Time alla Camera, ha fornito diversi chiarimenti in materia di Maturità. Come detto, l’esame si svolgerà in presenza. Non ci sarà il sorteggio delle buste, ma ci sarà la tesina. “Anche quest’anno l’esame di Stato sarà serio con lo svolgimento di colloqui, della durata massima di un’ora, in presenza, senza che comunque sia messa a repentaglio la sicurezza per tutte le persone coinvolte” ha affermato Azzolina.

Si partirà dalla discussione di un elaborato che coinvolgerà le discipline di indirizzo, quindi si procederà con la discussione di un testo di italiano e con un’analisi sul materiale proposto dalla commissione. Oggetto d’esame saranno anche le esperienze dell’alternanza scuola-lavoro e su temi civili come cittadinanza e Costituzione. L’esame avrà la durata massima di un’ora. La commissione sarà composta da soli docenti interni e da presidente esterno. L’esame in presenza sarà messo in discussione solo se la situazione epidemiologica peggiorerà. A tal proposito, la ministra ha dichiarato: “Solo nel caso in cui le condizioni epidemiologiche e le disposizioni delle autorità competenti lo richiedano, i lavori delle commissioni e le prove d’esame potranno svolgersi in videoconferenza o con altra modalità telematica sincrona”.

Criteri assegnazione punteggio

Come sarà assegnato il punteggio finale e quali sono i nuovi criteri da conoscere? L’ammissione all’esame di Stato si avrà solo dopo aver ottenuto 60 punti, che saranno assegnati in base al curriculum scolastico relativo all’ultimo triennio, e dei quali poco più di un terzo faranno riferimento all’ultimo anno, il cui andamento sarà pertanto preminente. Il colloquio orale, che sarà poi l’esame di Maturità completo, varrà 40/100 punti. Possibile l’assegnazione della lode.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →