Parrucchieri, barbieri ed estetisti: ecco le norme di sicurezza da osservare

Pubblicato il 18 Maggio 2020 alle 10:58
Aggiornato il: 23 Maggio 2020 alle 23:15
Autore: Daniele Sforza

Lunedì 18 maggio 2020 riaprono parrucchieri, barbieri e centri estetici: ecco le nuove norme di sicurezza e i protocolli che dovranno essere adottati.

Parrucchieri barbieri estetisti
Parrucchieri, barbieri ed estetisti: ecco le norme di sicurezza da osservare

Parrucchieri, barbieri ed estetisti riapriranno finalmente oggi, lunedì 18 maggio 2020. Ma andare a tagliarsi i capelli o recarsi in un centro estetico sarà decisamente diverso rispetto a prima. Abbiamo spesso parlato di “nuova” normalità, perché torneremo a fare cose che facevamo prima, ma in modo diverso, chissà per quanto tempo. Dunque, può essere utile fare un riepilogo delle nuove norme da rispettare in locali come barbieri, parrucchieri e centri estetici, sia per i titolari dell’attività d’impresa, sia per i clienti.

Parrucchieri, barbieri e centri estetici: le nuove regole

Per andare a tagliarsi i capelli o recarsi presso un centro estetico, sarà necessario prendere un appuntamento. Questo prevede la nuova normativa, che include l’obbligo di indossare dispositivi di protezione (mascherina) e mantenere il distanziamento sociale. Non sarà possibile entrare in più persone nello stesso locale: in base alle dimensioni dello stesso si potrà entrare a turno. Per questo motivo è fondamentale rispettare l’orario dell’appuntamento.

Sanificazione quotidiana e igienizzazione delle attrezzature

In tali locali è prevista una sanificazione quotidiana. All’ingresso delle attività sarà necessario mettere a disposizione della clientela apposito gel igienizzante per la disinfezione delle mani. Non vi saranno oggetti che favoriscono la trasmissione del contagio, come le consuete riviste e periodici. Obbligatorio favorire il ricambio dell’aria, ma non bisognerà attivare la funzione di ricircolo dell’aria nell’eventualità si abbia un impianto di condizionamento.

Inoltre sarà obbligatorio per i titolari delle attività tenere un elenco con i nomi dei clienti ricevuti per 14 giorni. I parrucchieri e i barbieri dovranno indossare una mascherina protettiva, oltre a guanti e grembiule monouso, mentre gli estetisti dovranno portare anche una visiera oltre alla mascherina FFP2 senza valvola. Dopo ogni intervento le attrezzature utilizzate dovranno essere adeguatamente sanificate. Se possibile, bisognerà misurare la temperatura ai clienti prima che entrino tramite apposito termoscanner e rifiutare chi ha una temperatura superiore a 37,5 gradi.

Ingressi contingentati e orari stravolti

Ovviamente le nuove disposizioni consentiranno minori afflussi nei locali e gli orari ordinari saranno completamente stravolti. Si consiglia di chiamare il proprio parrucchiere o centro estetico di fiducia per avere informazioni sui nuovi orari e su eventuali nuove regole da seguire. Si ricorda che nei centri estetici non sarà possibile utilizzare, laddove presenti, sauna, bagni turche e vasche idromassaggio.

Non sono stati resi obbligatori, ma restano preferibili i pagamenti elettronici. Laddove possibile i locali potranno installare della barriere fisiche tra le postazioni e alla cassa stessa.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →