BTP Italia: quanto rendono 10 mila euro in 5 anni, l’analisi

Pubblicato il 19 Maggio 2020 alle 19:43 Autore: Giuseppe Spadaro

BTP Italia: le prime due giornate hanno dato ottimi riscontri. In caso di investimento di 10 mila euro quanto è possibile guadagnare. Analisi e risposta.

Immagine pubblicitaria del Mef dei BTP Italia
BTP Italia: quanto rendono 10 mila euro in 5 anni, l’analisi

I BTP Italia (BTP sta per buoni del tesoro poliennali) di cui abbiamo già parlato in questo nostro articolo hanno registrato risultati lusinghieri nelle prime due giornate di collocamento del titolo riservate ai risparmiatori individuali. Domani, mercoledì 20 maggio 2020 sarà la terza giornata, e a seguire giovedì 21 maggio 2020 sarà la volta dei risparmiatori istituzionali.

Btp Italia, le principali caratteristiche

Come riportato dal quotidiano economico Il Sole 24 Ore i numeri sono molto alti. Nei primi due giorni sono stati investiti 8,7 miliardi di euro: 3,933 miliardi nella prima giornata del 18 maggio 2020 e 4,767 miliardi di euro nella giornata di martedì 20 maggio 2020. Prima di una breve analisi vediamo quali sono le caratteristiche principali del titolo. Si tratta di un titolo indicizzato al tasso di inflazione nazionale. E come riportato dal quotidiano Il Messaggero presenta come principali caratteristiche la rivalutazione del capitale con cadenza semestrale; l’indicizzazione all’inflazione italiana e non europea; il collocamento tramite MOT; la protezione dalla deflazione non solo per il capitale ma anche per la cedola e il premio fedeltà per investitori retail che detengono il titolo fino alla scadenza dei 5 anni.

Nella comunicazione ufficiale del 15 maggio 2020 il Ministero delle Finanze ha comunicato che il tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito della sedicesima emissione del BTP Italia è fissato all’1,40%. Il tasso definitivo sarà invece stabilito con successiva comunicazione all’apertura della quarta giornata di emissione, nella mattinata di giovedì 21 maggio e potrà essere confermato o rivisto al rialzo rispetto a quello oggi comunicato.

Il Titolo, con godimento 26 maggio 2020 e scadenza 26 maggio 2025, come abbiamo già detto, è un BTP indicizzato al tasso di inflazione italiana (Indice FOI, senza tabacchi – Indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, al netto dei tabacchi), con cedole corrisposte ogni 6 mesi insieme alla rivalutazione del capitale per effetto dell’inflazione dello stesso semestre.

Quando può rendere un investimento di 10 mila euro in BTP dopo 5 anni? L‘analisi e la risposta

Elencati i dati ufficiali e le variabili da cui dipenderà il rendimento del titolo abbiamo chiesto il supporto di un esperto a cui abbiamo sottoposto la seguente domanda: a fronte di un investimento di 10 mila euro in BTP Italia quanto potrà essere il rendimento in 5 anni?

Nella peggiore delle ipotesi l’investimento a fronte di 10 mila euro si incrementerà, come è possibile vedere dalla tabella di oltre 680 euro. Si tratta evidentemente di un calcolo sommario – ha aggiunto chi ha sviluppato la proiezione – anche perché il tasso dell’1,4% è il minimo garantito e può solo salire proprio in funzione dell’andamento dell’asta che come abbiamo visto sta già dando ottimi riscontri. A ciò va aggiunta la variabile dell’indicizzazione del FOI.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →