Social TP: Decreto Rilancio, cosa ne pensano i lettori?

Pubblicato il 20 Maggio 2020 alle 08:00
Aggiornato il: 24 Maggio 2020 alle 10:59
Autore: Guglielmo Sano

Nel corso della settimana, Termometro Politico ha cercato di approfondire il “sentiment” dei propri lettori in merito al Decreto Rilancio

Sondaggi elettorali Tp: cala la fiducia nel premier Conte
Social TP: Decreto Rilancio, cosa ne pensano i lettori?

Nota bene: quello che segue NON è un sondaggio con rilevanza statistica, in quanto non è stato operato alcun campionamento.

Nel corso della settimana, Termometro Politico ha cercato di approfondire il “sentiment” dei propri lettori in merito al Decreto Rilancio, il secondo appositamente dedicato all’emergenza sanitaria dopo il Cura Italia. Il provvedimento era attesissimo: al suo interno le misure varate con lo scopo prioritario di sostenere le finanze di lavoratori, famiglie e imprese in difficoltà a causa del contingentamento imposto al paese per contenere l’espansione del contagio.

Domande social TP: diatriba Bonafede – Di Matteo. I commenti dei lettori

Social TP: Decreto Rilancio, cosa ne pensano i lettori?

Nota bene: quello che segue NON è un sondaggio con rilevanza statistica, in quanto non è stato operato alcuna campionamento.

Detto ciò, ecco come hanno reagito i lettori di Termometro Politico alla domanda “come valuti le misure del Decreto Rilancio?”. Su un totale di 1965 reazioni raccolte sulla pagina Facebook di TP, sono state 1367 quelle negative e soltanto 591 quelle positive. Insomma, andando a valutare il “sentiment” non ci sono dubbi: a prevalere sono gli scontenti rispetto alle misure economiche contenute nel secondo provvedimento sull’epidemia.

Sondaggi elettorali Tp: cala la fiducia nel premier Conte

Snellimento della burocrazia una priorità

A margine del post sulla valutazione delle misure contenute nel Decreto Rilancio pubblicato sulla pagina Facebook di Termometro Politico sono stati espressi oltre 270 commenti. In generale, rispecchiano pienamente i numeri relativi a reazioni negative, la stragrande maggioranza, e positive. Detto ciò, un fattore che sembra trovare concordi i due “schieramenti” è la forte richiesta di snellimento della burocrazia: è questo, sembra di capire, il problema centrale per i lettori in questa fase ma non solo. Il problema delle lungaggini viene avvertito come talmente grave da far passare in secondo piano anche gli stanziamenti, per quanto ingenti, messi in campo contro i contraccolpi economici che l’epidemia non sta mancando di mostrare.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →