Come richiedere il bonus bicicletta da 500 euro nel Decreto rilancio

Pubblicato il 20 Maggio 2020 alle 11:26 Autore: Daniele Sforza

Previsto anche il bonus bicicletta da 500 euro nel Decreto Rilancio: ecco come funziona, in cosa consiste e come richiedere il beneficio.

Come richiedere il bonus bicicletta da 500 euro
Come richiedere il bonus bicicletta da 500 euro nel Decreto rilancio

Tra le misure previste dal maxi-pacchetto che risponde al nome di Decreto Rilancio (pubblicato nelle scorse ore in Gazzetta Ufficiale e quindi già entrato in vigore) spicca anche un incentivo finalizzato alla mobilità sostenibile di cui si è già parlato molto nelle scorse settimane. Stiamo parlando del bonus bicicletta, un beneficio economico che funziona come sconto fino a 500 euro e che è riservato all’acquisto di questi mezzi ecologici.

Bonus bicicletta 500 euro: a chi spetta e per quale tipo di veicolo

Il bonus bicicletta da 500 euro corrisponde a un contributo finalizzato all’acquisto di biciclette, “anche a pedalata assistita”, si legge nella nota del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, “e di veicoli per la micromobilità elettrica quali monopattini, hoverboard e segway, o per l’utilizzo dei servizi di sharing mobility”. Esclusi dal bonus gli scooter elettrici.

Tale incentivo potrà essere richiesto solo una volta e andrà a coprire sotto forma di sconto il 60% del prezzo di acquisto del mezzo, fino a un massimo di 500 euro.

Infatti il contributo spetterà solo a chi potrà giustificare l’acquisto dei mezzi sopra elencati, che dovrà essere effettuato entro e non oltre il 31 dicembre 2020. Il contributo potrà essere richiesto solo dalle persone maggiorenni che risiedono in capoluoghi di regione, provincia, città metropolitane e comuni che contano oltre 50 mila abitanti.

Bonus bicicletta 500 euro: come funziona e in cosa consiste

Il bonus bicicletta da 500 euro consisterà in una sorta di rimborso. L’acquirente dovrà infatti conservare la fattura e poi accedere tramite credenziali Spid (identità digitale) a un applicativo web disponibile sul sito del Ministero dell’Ambiente. Al momento la piattaforma non è ancora attiva e operativa, pertanto la modalità per fruire ora del bonus è questa. Quando invece il portale sarà online, l’acquirente dovrà entrare nell’applicativo, scegliere il tipo di mezzo da acquistare, quindi scaricare il buono spesa digitale che poi dovrà consegnare al rivenditore (che ovviamente dovrà essere un rivenditore autorizzato). Invece di essere rimborsato, quindi, si potrà acquistare il mezzo usufruendo direttamente dello sconto.

E dal 2021?

Come scritto in precedenza, il bonus resterà in vigore fino a fine 2020. Successivamente, ovvero a partire dal 2021, è già previsto un altro beneficio che sollecita alla rottamazione dei veicoli (1.500 euro di bonus) e motocicli (500 euro di beneficio) di classe Euro 3 e inferiori. Gli importi potranno essere utilizzati nel triennio successivo per acquistare un mezzo ecologico previsto tra quelli inclusi nell’attuale bonus bicicletta, nonché per pagarsi un abbonamento a un servizio di trasporto pubblico.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →