Sondaggi elettorali Winpoll: post Covid19, il 59% degli italiani spinge per nuove elezioni

Pubblicato il 4 Giugno 2020 alle 10:07
Aggiornato il: 24 Giugno 2020 alle 23:31
Autore: Andrea Turco

Per la maggioranza degli italiani la ripresa economica post Covid-19 sarà lenta. A sostenerlo sono i sondaggi elettorali Winpoll per Il Sole 24 Ore.

sondaggi elettorali winpoll
Sondaggi elettorali Winpoll: post Covid19, il 59% degli italiani spinge per nuove elezioni

Gli italiani non sarebbero soddisfatti di come governo e premier stanno affrontando l’emergenza economica causata dalla pandemia Covid-19. A sostenerlo sono i sondaggi elettorali Winpoll per Il Sole 24 Ore. Mentre sul fronte sanitario l’azione dell’esecutivo viene promossa dal 56% degli italiani, sul versante economico il 57% dichiara di essere poco e per nulla soddisfatto di quanto fatto finora dal governo. A giudicare insufficienti i provvedimenti presi sono soprattutto gli elettori delle forze di opposizione. Il 58% non nasconde la sua preoccupazione per i programmi a sostegno dell’economia adottati dal governo che comportano un forte aumento del debito pubblico. Sul banco degli imputati, gli italiani mettono colui che viene ritenuto il primo esecutore di queste misure: Giuseppe Conte. Il premier, seppur raccolga giudizi positivi dalla maggioranza degli elettori dei partiti che sostengono il suo governo, viene criticato da gran parte degli intervistati (58%) per come ha gestito la crisi del coronavirus.

sondaggi elettorali winpoll, economia
Fonte: Winpoll
sondaggi elettorali winpoll, sanita
Fonte: Winpoll
winpoll, conte
Fonte: Winpoll

Sondaggi elettorali Winpoll: no a patrimoniale ed aumento tasse

Sulle misure a sostegno della ripresa economica, il 63% si schiera contro un aumento delle tasse mentre quasi 3 italiani su 10 non vogliono sentir parlare di patrimoniale. Meglio i tagli alla spesa pubblica, soprattutto se riguardano le istituzioni (49%), meno se interessano prestazioni come sussidi di disoccupazione e ammortizzatori sociali (34%). Sul futuro, gli italiani non si fanno illusioni. Per quasi un intervistato su due ci vorranno tra i 2 e i 4 anni per tornare ai livelli di reddito e occupazione precedenti alla crisi. Il 23% allunga questo periodo a 5-9 anni, il 15% a 10 anni o più, solo il 14% spera in una ripresa veloce, massimo sei mesi/un anno. Sul fronte familiare, un terzo degli intervistati ritiene che per tornare ai livelli di reddito precedenti la pandemia ci vorranno anni.

winpoll, misure economiche
Fonte: Winpoll
winpoll, futuro economico
Fonte: Winpoll

Le ultime decisioni prese dall’Europa per fronteggiare l’emergenza economica causata dal Covid-19, fanno scendere la percentuale dei critici delle istituzioni europee che però rimangono maggioranza (69%). In merito all’appartenenza dell’Italia all’Ue in questo frangente di crisi, gli italiani si dividono tra chi giudica la cosa un fatto positivo (39%) e chi un fatto negativo (40%). Nonostante ciò, la maggioranza ritiene che l’Italia debba continuare a far parte dell’Ue.

Sondaggi elettorali Winpoll: post Covid-19, 54% preferisce ritorno alle urne

Per quanto riguarda il futuro politico, il 54% preferirebbe un ritorno alle urne per eleggere un nuovo governo che gestisca la fase di ricostruzione del Paese. Scenario accarezzato soprattutto dagli elettori di centrodestra. Il 33% degli italiani, tra questi la maggioranza di chi vota Pd e M5S, vorrebbe invece che il governo attuale rimanesse in carica per gestire il post crisi. Appena il 13% vedrebbe di buon occhio la formazione di un esecutivo di unità nazionale sostenuto da tutti i partiti. Un’ipotesi, quest’ultima, che piace a quasi 4 elettori su 10 di Forza Italia. Ma chi dovrebbe guidare un governo siffatto? Il 65,1% non ha dubbi: Mario Draghi. Il 34,9% indica invece l’attuale presidente del Consiglio.

winpoll, futuro politica
Fonte: Winpoll

I sondaggi elettorali Winpoll hanno chiesto agli italiani quale sarà secondo loro il futuro del premier Conte. Per il 34%, alle prossime elezioni Conte si presenterà con un suo partito, per il 23% non si presenterà proprio, per un altro 23% si presenterà come candidato del M5S mentre per il 19% come candidato del Pd.

winpoll, futuro conte
Fonte: Winpoll

Con il 54% dei consensi, il governatore del Veneto, Luca Zaia, viene considerato il politico che più di tutti ha saputo gestire meglio l’emergenza coronavirus. Segue il premier Conte con il 32% e il capo dello Stato, Sergio Mattarella (29%).

Sondaggi elettorali Winpoll: calano Lega e Pd

Infine le intenzioni di voto. Rispetto alla rilevazione di fine aprile, la Lega perde due punti attestandosi al 27,5%. Punti che recupera nell’alveo del centrodestra Fratelli d’Italia che passa dal 13,5% al 15,9%. Lieve crescita anche per Forza Italia ora al 5,9%. Tra le forze che sostengono il governo, si registra una leggera flessione per il Pd dato al 22% mentre il Movimento 5 Stelle sale al 14,4% ma ora è dietro a Fdi. Italia Viva scivola sotto il 3% (2,5%). Appena dietro c’è Azione (2,4%), seguita da La Sinistra (2,3%), Verdi (1,7%), Partito Comunista (1,7%), +Europa (0,9%) e altri partiti (3%).

sondaggi elettorali winpoll, intenzioni voto
Fonte: Winpoll

Sondaggi elettorali Winpoll: nota metodologica

Data o periodo in cui è stato realizzato il sondaggio: dal 26 al 30 maggio. Metodo di campionamento: stratificato per regioni, casuale ponderato per genere, fasce di età ed intenzioni di voto alle ultime europee. 1.590 interviste. Margine di errore con intervallo di confidenza al 99%: 2,2%, Metodo raccolta delle informazioni: cawi.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →