Sondaggi politici Ipsos: Stati Generali, 63% italiani non informato

Pubblicato il 23 Giugno 2020 alle 12:55
Aggiornato il: 24 Giugno 2020 alle 23:24
Autore: Andrea Turco

Gli Stati Generali sull’economia che trovano spazio sulle prime pagine dei giornali sembrano non interessare alla maggioranza degli italiani

ultimi sondaggi, sondaggio, sondaggi politici ipsos, sondaggi elettorali ipsos
Sondaggi politici Ipsos: Stati Generali, 63% italiani non informato

Gli Stati Generali sull’economia che trovano spazio sulle prime pagine dei giornali e come notizia d’apertura in tg e talk show sembrano non interessare alla maggioranza degli italiani. Secondo i sondaggi politici Ipsos per il Corriere della Sera, il 63% afferma di non essere informato sulla kermesse di villa Pamphili contro un 38% che dichiara di esserne a conoscenza. Interrogati sul tema, il 42% degli intervistati considera gli Stati Generali un’opportunità molto importante per elaborare delle proposte utili per il Paese ed aiutare il governo a trasformarle in provvedimenti concreti. Di diverso avviso il 32% secondo cui l’evento altro non è che un’inutile passerella propagandistica del governo Conte. A sposare questa tesi sono soprattutto gli elettori di centrodestra.

Durante gli Stati Generali, il premier Conte ha presentato “Progettiamo il rilancio” un piano composto da nove capitoli tematici per migliorare il Paese. I sondaggi politici Ipsos hanno chiesto agli italiani su quali di questi nove punti è necessario intervenire con maggior urgenza. Al primo posto (45%) viene indicata la competitività del tessuto economico che comporta una riforma e semplificazione degli amortizzatori sociali, il contrasto al lavoro nero, incentivi agli investimenti nell’innovazione. Al secondo posto c’è la sburocratizzazione della Pubblica Amministrazione (38%), seguita dal sostegno alle filiere produttive (37%), tema quest’ultimo molto caro agli elettori della Lega (50%). Il 27% chiede che vengano attivati subito investimenti in formazione, istruzione e ricerca. Il 22% ritiene urgente accelerare sulla sostenibilità ambientale (energie rinnovabili, green economy, economia circolare). Seguono gli interventi per la riduzione delle disparità e delle disuguaglianze (21%), modernizzazione della giustizia (20%) e digitalizzazione (13%).

Sondaggi politici Ipsos: il piano europeo di aiuti all’Italia

Tra i partecipanti agli Stati Generali vi sono stati i vertici delle istituzioni europee. La presidente della Commissione UE, von der Leyen, si è soffermata sul piano di aiuti economici da 750 miliardi annunciato nelle scorse settimane. Secondo questo piano all’Italia andrebbero 173 miliardi, di cui 82 a fondo perduto. La von der Leyen lo ha definito “un’opportunità unica per l’Italia, per affrontare le sfide che da tempo pesano sull’economia italiana e spianare la strada ad una ripresa economia duratura, che starà solo a voi italiani far accadere”. Sul tema si sono espressi anche gli italiani: il 22% considera il piano europeo un cambio di passo significativo dell’Ue, nella direzione auspicata di sostenere i Paese membri più in difficoltà (53% tra gli elettori Pd). Il 37% lo definisce ambizioso ma difficile da realizzare a causa dell’eccessiva burocrazia e della lentezza con cui si muovono le istituzioni europee. Infine il 13% ritiene che il piano non presenti alcuna novità poiché una parte dei soldi che ci vengono prestati non potranno comunque essere spesi liberamente dall’Italia. Ad essere convinto di ciò è un quarto dell’elettorato di centrodestra.

sondaggi politici ipsos
Fonte: Ipsos

Sondaggi politici Ipsos: nota metodologica

Data o periodo in cui è stato realizzato il sondaggio: dal 17 al 18 giugno 2020. Campione casuale nazionale rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne secondo genere, età, livello di scolarità, area geografica di residenza, dimensione del comune di residenza. 1.000 interviste (su 5.339 contatti). 1000 casi rappresentativi della popolazione italiana maggiorenne secondo genere, età, livello di scolarità, area geografica di residenza, dimensione del comune di residenza. Il margine di errore relativo ai risultati del sondaggio è compreso fra +/- 0,6% e +/- 3,1% per i valori percentuali relativi al totale degli intervistati. Metodo raccolta delle informazioni: CATI-CAMI-CAWI.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →