Reddito di cittadinanza: come aumentare l’importo. I trucchi

Pubblicato il 30 Giugno 2020 alle 13:56 Autore: Guglielmo Sano

È possibile aumentare l’importo del Reddito di cittadinanza in modo legittimo e legale? In effetti, esistono degli escamotage

Monete
Reddito di cittadinanza: come aumentare l’importo. I trucchi

È possibile aumentare l’importo del Reddito di cittadinanza in modo legittimo e legale? In effetti, esistono degli escamotage che possono tornare utili ai beneficiari del sussidio in questo senso.

Reddito di cittadinanza: necessario un contratto d’affitto

L’importo del Reddito di cittadinanza è legato principalmente al reddito mensile di chi lo percepisce, insomma, da quanto guadagna “sulla carta” il nucleo familiare a cui è indirizzato. Più è alta tale somma meno è consistente il sussidio e, viceversa, l’importo di quest’ultimo aumenta più i guadagni mensili del nucleo sono bassi. In generale, questo è il meccanismo che ne regola la modulazione: tuttavia, in alcuni casi i guadagni mensili del nucleo non influiscono sull’importo della misura. Infatti, il sussidio di divide in due distinte quote, come si diceva, una di queste va a integrare il reddito mensile familiare, l’altra serve a rimborsare le spese sostenute per pagare l’affitto. Ecco allora che un modo per aumentare l’importo del proprio assegno consiste nel munirsi di un regolare contratto di locazione.

Utilizzare l’Isee corrente e non l’Isee ordinario

Un altro modo del tutto legittimo oltre che legale per vedersi aumentato l’importo del Reddito di cittadinanza riguarda la differenza tra Isee corrente e Isee ordinario. Quest’ultimo fotografa la situazione reddituale e patrimoniale di un nucleo familiare riferendosi però a due anni prima: non di rado, d’altra parte, in un lasso di tempo così lungo le finanze di una famiglia peggiorano. Dunque, in caso di variazione superiore al 25% del proprio reddito a seguito di eventi come licenziamento o perdita del posto di lavoro in generale, interruzione di una misura previdenziale, assistenziale o di un’indennità è possibile richiedere l’adeguamento dell’importo della misura in base all’Isee corrente: tale indicatore riferendosi alla situazione economica di un nucleo in modo più aggiornato, con tutta probabilità, consentirà di ottenere un trattamento economico maggiormente favorevole.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →