Sondaggi elettorali Analisi Politica: FDI, il 6% dei voti arriva dagli ex Lega

Pubblicato il 13 Luglio 2020 alle 12:47
Aggiornato il: 17 Luglio 2020 alle 18:58
Autore: Andrea Turco

In un anno FDI avrebbe “rubato” alla Lega 6 punti percentuali di consensi complessivi. A sostenerlo sono i sondaggi elettorali di Analisi Politica

sondaggi elettorali ferrari nasi, intenzioni voto
Sondaggi elettorali Analisi Politica: FDI, il 6% dei voti arriva dagli ex Lega

In un anno Fratelli d’Italia avrebbe “rubato” alla Lega 6 punti percentuali di consensi complessivi. A sostenerlo sono i sondaggi elettorali di Analisi Politica per Libero Quotidiano. Se si votasse oggi, la Lega raccoglierebbe il 26% dei consensi contro il 14% del partito guidato da Giorgia Meloni. Negli ultimi 12 mesi, FDI ha raddoppiato i propri voti e ci è riuscita attirando verso di sè parte di quell’elettorato che prima pendeva dalle labbra di Matteo Salvini. Nella sua indagine, l’istituto demoscopico diretto dal sondaggista Arnaldo Ferrari Nasi ha provato a dare un’identità al popolo che oggi sostiene Fratelli d’Italia.

Sondaggi elettorali Analisi Politica: FDI, la composizione dell’elettorato

Come detto in precedenza, del 14% dei voti che raccoglie oggi Fdi, il 6% è rappresentato da ex elettori dalla Lega. Il restante è così composto: 3% elettori non provenienti dalla Lega (tra questi il 45% sono ex forzisti mentre il 35% sono grillini delusi) e 5% elettori che hanno votato Fdi alle Politiche del 2018. Gli ex elettori della Lega sono principalmente uomini maturi, di bassa scolarizzazione, alta religiosità e abitanti soprattutto nel Nord-Est. Il 65% di loro si sente di centrodestra mentre il restante 35% di destra. Ferrari Nasi commenta: “Questo significa che il Salvini dell’unità nazionale e del rosario non ha convinto del tutto il Veneto tradizionale e cattolico; non ci sarebbe da stupirsi quindi se, alle Regionali di settembre, Fdi risultasse il secondo partito dell’alleanza di centrodestra dietro la lista Zaia e davanti alla Lega”.

La possibilità di aumentare i propri consensi per il partito di Meloni sono alte. C’è infatti un’altra parte di elettorato che ha abbandonato la Lega ma che non ha ancora dichiarato le sue preferenze. Sono principalmente giovani del nord-ovest, il 77% di essi sono indecisi nel voto, il 20% si professano di centro, il 22% di centrodestra e il 46% di destra.

Sondaggi elettorali Analisi Politica: Meloni, ecco perché non strappa con Salvini

Di certo questa transumanza di voti non si trasformerà in un’Opa di Meloni verso il partito dell’alleato Salvini. Lo ha dichiarato lei più volte e lo spiegano meglio i numeri presi in esame da Analisi Politica. Solo il 4% degli elettori di FDI ritiene che Meloni dovrebbe prendere maggiormente le distanze da Salvini anche rischiando di rompere l’alleanza di centrodestra. Il 59% professa cautela: distanza sì, ma senza divorzi. Una scelta quest’ultima, che il 79% degli elettori di FDI – ma è tesi condivisa dalla maggioranza dei simpatizzanti di centrodestra – considera un attento calcolo di strategia da parte della leader. La compattezza dell’area in antitesi a Conte e ai giallo rossi viene ritenuto infatti il collante necessario per andare insieme, in futuro, a Palazzo Chigi.

sondaggi elettorali ferrari nasi, intenzioni voto
Fonte: Analisi Politica
sondaggi elettorali ferrari nasi, meloni
Fonte: Analisi Politica

Sondaggi elettorali Analisi Politica: nota metodologica

Universo: popolazione italiana adulta. Campione: rappresentativo, 1000 casi.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →