Carta di identità e patente scadute: ecco la proroga dal decreto Rilancio

Pubblicato il 22 Settembre 2020 alle 05:59 Autore: Claudio Garau

Carta di identità e patente scadute: recentemente approvata l’estensione della validità dei documenti di riconoscimento fino alla fine dell’anno. I dettagli

Carta di identità e patente scadute: ecco la proroga dal decreto Rilancio
Carta di identità e patente scadute: ecco la proroga dal decreto Rilancio

Un’altra novità che tende ad alleggerire, almeno momentaneamente, il complesso degli oneri e delle responsabilità del cittadino nei confronti dello Stato, specialmente in questo delicato periodo. Ci riferiamo alla decisione della proroga della validità della carta di identità e patenti scadute durante la fase di emergenza epidemiologica, fino al 31 dicembre 2020. La scelta è contenuta nel decreto Rilancio, recentemente convertito in legge. Vediamo più da vicino.

Se ti interessa saperne di più, in generale, sulla carta di identità scaduta, cosa si rischia, sanzioni e documenti sostitutivi, clicca qui.

La novità su carta di identità e patente si riferisce ad uno dei tanti emendamenti al decreto Rilancio, che ha portato all’estensione della validità dal 31 agosto al 31 dicembre 2020. In pratica, un allungamento del periodo nel quale il cittadino non sarà tenuto ad espletare le procedure per il rinnovo dei documenti di riconoscimento citati. Da rimarcare che la novità in esame riguarda sia le carte di identità cartacee sia quelle elettroniche, senza alcuna distinzione.

Una decisione che va nella direzione di favorire la graduale ripresa delle attività economiche e sociali e che trova la sua formulazione scritta nell’art. 157, aggiunto proprio alla Camera dei deputati, al fine di disporre la proroga di quanto previsto dall’articolo 104 della legge n. 27 del 24 aprile 2020 (cd. “Cura Italia”), fino al 31 dicembre.

Concludendo, oltre alla proroga della validità di carta di identità e patente, c’è tuttavia una limitazione che vale la pena ricordare: la decisione citata ricorda altresì che “la validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento“. Quindi nessuna proroga per l’espatrio.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU GOOGLE NEWS

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a 
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Claudio Garau

Laureato in Legge presso l'Università degli Studi di Genova e con un background nel settore legale di vari enti e realtà locali. Ha altresì conseguito la qualifica di conciliatore civile. Esperto di tematiche giuridiche legate all'attualità, cura l'area Diritto per Termometro Politico.
    Tutti gli articoli di Claudio Garau →