Conguaglio modello 730 agosto 2020: a chi spetta e quando arrivano i soldi

Pubblicato il 29 Luglio 2020 alle 12:17 Autore: Guglielmo Sano

Quando arriva il conguaglio fiscale con la dichiarazione dei redditi presentata tramite modello 730? Qualche dettaglio sul funzionamento dell’accredito

Conguaglio modello 730 agosto 2020: a chi spetta e quando arrivano i soldi
Conguaglio modello 730 agosto 2020: a chi spetta e quando arrivano i soldi

Quando arriva il conguaglio fiscale con la dichiarazione dei redditi presentata tramite modello 730? Qualche dettaglio sul funzionamento dell’accredito che spetta a lavoratori dipendenti e pensionati.

Modello 730: rimborso già con la busta paga di luglio?

Molti contribuenti cominciano a chiedersi: quando arriva il rimborso Irpef della dichiarazione dei redditi presentata tramite modello 730? In generale, si può dire che il conguaglio per la somma spettante a seguito della dichiarazione potrebbe essere erogata già con la busta paga relativa al mese di luglio. D’altra parte, per il modello 730 del 2020 sono cambiati alcune regole per cui molti potrebbero ricevere il rimborso più avanti, anche a partire dal mese di ottobre.

Il calendario delle erogazioni del conguaglio

Infatti, è bene sottolineare che la data di accredito del rimborso Irpef varia a seconda del termine entro cui viene effettuata la comunicazione dei dati finali della dichiarazione dei redditi tramite modello 730 all’Agenzia delle Entrate. Dunque, entro il 15 giugno Caf e professionisti devono comunicare i risultati finali delle dichiarazioni presentate entro il 31 maggio, il 29 giugno si devono comunicare i risultati finali di quelle presentate tra l’1 e il 20 giugno, il 23 luglio per quelle tra il 21 giugno e il 15 luglio, il 15 settembre per quelle presentate tra il 16 luglio e il 31 agosto e, infine, è fissato al 30 settembre il termine per comunicare i risultati finali delle dichiarazioni presentate tra l’1 e il 30 settembre.

Per questo motivo il rimborso non avverrà per tutti, anche ai pensionati, nello stesso momento: in pratica, l’accredito – ma anche l’addebito, a seconda dei casi – avverrà a con il primo stipendio utile a partire dal secondo mese successivo a quello in cui l’Agenzia delle Entrate riceverà il prospetto di liquidazione.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →