Lente d’ingrandimento Whatsapp: a che serve la nuova funzione e cos’è

Pubblicato il 10 Agosto 2020 alle 11:42 Autore: Daniele Sforza

Basta con le catene e di Sant’Antonio e le fake news: ecco a cosa serve la lente d’ingrandimento su WhatsApp, la nuova icona introdotta di recente.

Lente d'ingrandimento WhatsApp
Lente d’ingrandimento Whatsapp: a che serve la nuova funzione e cos’è

Una nuova icona è stata introdotta sulla schermata WhatsApp, accanto ai messaggi inoltrati: si tratta di una lente d’ingrandimento e il suo scopo è quello di verificare la veridicità del contenuto di un messaggio ricevuto. L’obiettivo primario è quello di contrastare le fake news, soprattutto quelle inviate utilizzando il consueto canale delle catene di messaggi, come avvenuto in particolar modo durante il periodo della pandemia, e non solo nel nostro Paese.

WhatsApp: arriva la lente d’ingrandimento, cos’è e a cosa serve

“A partire da oggi i nostri utenti potranno testare una nuova funzione che consentirà loro di verificare facilmente la veridicità dei contenuti dei messaggi fortemente inoltrati”, si legge nel blog di WhatsApp. “Accanto a questo tipo di messaggi comparirà un’icona a forma di lente di ingrandimento. Basterà toccarla per cercare il contenuto del messaggio sul web e trovare notizie o altre fonti di informazione sui contenuti ricevuti”. Utilizzando questa nuova funzione, infatti, il messaggio sarà caricato sul web tramite il browser, se che WhatsApp abbia accesso al contenuto del messaggio. Questa funzionalità di ricerca sul web è disponibile dallo scorso 3 agosto in diversi Paesi, tra cui Stati Uniti, Regno Unito, Italia, Spagna, Brasile e Messico per gli utenti che usano le versioni di WhatsApp più recenti su Android, iOS e WhatsApp Web.

Cosa significa la doppia freccia su WhatsApp

La lente d’ingrandimento è la seconda importante novità dopo l’arrivo della doppia freccia. Quest’ultima novità si riferisce alla nuova icona (una doppia freccia, per l’appunto) che compare sui messaggi che sono stati inoltrati molte volte. L’etichetta permette agli utenti di riconoscere i messaggi di dubbia provenienza.

È evidente come WhatsApp stia sempre più andando in direzione della buona e corretta informazione, limitando l’utilizzo fraudolento e confuso portato avanti da millantatori e creatori di apposite fake news, aspetto da considerare rilevante visto che si tratta di un servizio di messaggistica istantanea.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →