Pagare i nonni col bonus baby sitter 2020: come fare domanda all’Inps

Pubblicato il 14 Agosto 2020 alle 13:21
Aggiornato il: 28 Agosto 2020 alle 11:37
Autore: Guglielmo Sano

Bonus baby sitter 2020: può essere utilizzato anche per i nonni coabitanti con i nipoti, c’è tempo fino al 31 agosto per fare domanda

Pagare i nonni col bonus baby sitter 2020: domande fino al 31 agosto
Pagare i nonni col bonus baby sitter 2020: come fare domanda all’Inps

Bonus baby sitter 2020: può essere utilizzato anche dai nonni a condizione però che non abitino insieme ai nipoti. La cifra che è possibile ricevere può arrivare a un massimo di 1.200 euro: c’è tempo fino al 31 agosto per fare domanda.

Bonus baby sitter 2020: si può utilizzare anche per i nonni

Bonus baby sitter 2020: previsto a seguito dell’emergenza sanitaria nel quadro delle misure a favore delle famiglie che hanno figli con età non superiore ai 12 anni (il vincolo anagrafico non è valido in caso di figli disabili), il bonus può arrivare fino a un importo massimo di 1.200 euro (rimane di 600 euro per chi ha già ottenuto la prima tranche) e può essere erogato anche a favore dei nonni che si occupano dei nipoti. La condizione fondamentale è che nonni e nipoti non siano coabitanti ovvero che i nonni e i nipoti, figli del lavoratore che fa richiesta del contributo, non abitino nella stessa casa. Inoltre, il sussidio può essere erogato esclusivamente nel caso in cui all’interno del nucleo familiare che ne fa richiesta non siano presenti beneficiari di strumenti di sostegno al reddito per cessazione o sospensione dell’attività lavorativi (Naspi e Cassa integrazione, per esempio) o genitori disoccupati. Infine, bisogna precisare che il bonus baby sitter non può essere erogato se si percepisce il bonus asilo nido o il congedo parentale.

Da richiedere tramite il portale Inps

Bonus baby sitter 2020: anche quando si intende erogarlo ai nonni che accudiscono i nipoti con cui abitano la prestazione va comunque richiesta attraverso il portale dell’Inps. Dunque, chi svolgerà l’attività di baby sitting, anche se si tratta di un nonno, dovrà aprire una posizione come utilizzatore di prestazioni inquadrate come lavoro occasionale previa registrazione sullo stesso portale dell’Inps. Una volta che il lavoratore farà domanda potrà scegliere le modalità di accredito della somma spettante (accredito su conto corrente, su carta prepagata etc…). Entro 15 giorni dall’accoglimento della richiesta, sarà caricata la cifra relativa al bonus in forma di voucher da 10 euro (paga oraria) sul Libretto Famiglia del lavoratore che ha inoltrato la domanda.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →