Cartelle esattoriali, versamenti, notifiche e pignoramenti: rinvii e nuove date

Pubblicato il 20 Agosto 2020 alle 12:05 Autore: Daniele Sforza

Il Decreto Agosto ha ufficializzato le nuove date di scadenza per quanto riguarda il pagamento delle cartelle esattoriali, i versamenti e le notifiche.

Cartelle esattoriali versamenti notifiche e pignoramenti
Cartelle esattoriali, versamenti, notifiche e pignoramenti: rinvii e nuove date

Il Decreto Agosto ha ufficializzato il rinvio di alcune scadenze relative a cartelle esattoriali, versamenti, notifiche e pignoramenti presso terzi. L’Agenzia delle Entrate ha recepito le nuove direttive aggiornando la pagina delle Faq in materia, revisionando dunque le risposte che aveva già fornito a seguito del licenziamento del Decreto Cura Italia e del Decreto Rilancio.  

Decreto agosto: cartelle esattoriali, pignoramenti, notifiche… tutti i rinvii

Nel Decreto Agosto è stata ufficializzata l’estensione fino al 15 ottobre 2020 della sospensione dei versamenti relativi a tutte le entrate tributarie e non tributarie che derivano da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agenzia delle Entrate-Riscossione. La sospensione messa nera su bianco dal recente decreto riguarda anche le notifiche di cartelle esattoriali, nonché pignoramenti e altri atti di riscossione.

La scadenza originaria del 31 agosto, dunque, slitta fino al 15 ottobre, giorno ultimo dello stato di emergenza dopo il recente prolungamento. Questo provvedimento di fatto blocca per tutto questo periodo e fino a metà ottobre le notifiche delle nuove cartelle, nonché l’invio degli altri atti di riscossione e l’avvio di fermi amministrativi, ipoteche ed eventuali pignoramenti. La sospensione fino al 15 ottobre 2020 riguarda anche i pagamenti relativi alle cartelle, agli avvisi di addebito e agli avvisi di accertamento esecutivi affidati all’AdE-Riscossione in scadenza dall’8 marzo. I pagamenti dovranno dunque essere effettuati entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello del termine di sospensione, quindi entro il 30 novembre 2020.

Per quanto riguarda i pignoramenti presso terzi di stipendi o di altre indennità lavorative o pensionistiche effettuati dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione prima del 19 maggio, anche qui vige il nuovo termine di sospensione del 15 ottobre 2020.

Sempre fino al 15 ottobre cade la sospensione per i versamenti delle rate relativi ai piani di dilazione scaduti a partire dall’8 marzo. Il pagamento delle rate dovrà riprendere a partire dal 16 ottobre ed essere effettuato entro il 30 novembre 2020.

Resta invece fissato al 10 dicembre il termine ultimo per la rottamazione-ter delle cartelle esattoriali e saldo e stralcio. Quel giorno sarà dunque il termine ultimo, che non ha pertanto subito modifiche dal Decreto Agosto, per regolarizzare la propria posizione debitoria.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →