Pensioni ultime notizie: aumento settembre, a chi spetta e importo

Pubblicato il 27 Agosto 2020 alle 07:30 Autore: Daniele Sforza

Pensioni ultime notizie: in arrivo l’aumento a settembre per chi ha compiuto almeno 60 anni. Ecco chi sono i beneficiari e gli importi spettanti.

Pensioni ultime notizie aumento settembre
Pensioni ultime notizie: aumento settembre, a chi spetta e importo

Pensioni ultime notizie: in arrivo l’aumento da settembre per chi ha compiuto almeno 60 anni di età. C’è curiosità attorno agli importi supplementari che saranno erogati a partire dal prossimo mese, ma è necessario precisare che questi incrementi non spettano a tutti. Ci sono infatti delle precise soglie reddituali da soddisfare. I titolari di pensione a carico dell’Ago (assicurazione generale obbligatoria) o che hanno delle forme esclusive e sostitutive della stessa e i lavoratori autonomi iscritti alle gestioni sociali hanno diritto a un aumento, sempre che non superino alcuni limiti reddituali, che saranno fissati a cadenza annuale.

Pensioni ultime notizie: aumento importo settembre, a chi aspetta e limiti di reddito

Gli aumenti degli assegni pensionistici si ripartiscono in tre fasce: il primo aumento spetta superati i 60 anni, il secondo arriva al compimento dei 65 anni e il terzo dopo aver superato i 70 anni di età. Nel primo caso, ovvero compiuti i 60 anni, l’aumento dell’importo è di 25,83 euro. La maggiorazione sociale è applicata per 13 mensilità ed è percepita anche nell’eventualità in cui si stia percependo l’integrazione al trattamento minimo. L’aumento spetta a chi non supera il reddito individuale di 7.031,70 euro o il reddito coniugale di 12.958,79 euro.

Conguaglio Irpef 730 settembre non c’è: il perché

Per chi ha compiuto 65 anni l’aumento spettante è di 82,64 euro: per avere questo incremento, però, bisogna non aver superato i 7.770,23 euro di reddito individuale e i 13.697,32 euro di reddito coniugale. Infine, se si hanno superato i 70 anni, l’aumento dipende dalla percezione della quattordicesima: nel caso in cui questa condizione non sia presente, l’incremento sarà di 136,44 euro mensili, mentre se si percepisce la quattordicesima mensilità l’incremento sarà di 124,44 euro mensili. Per avere questo incremento è necessario non superare la soglia di 10.043,87 euro (in caso di reddito individuale) o di 20.087,73 euro (in caso di reddito coniugale).

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →