Coronavirus ultime notizie: rari i casi gravi tra i bambini. Lo studio

Pubblicato il 28 Agosto 2020 alle 12:20 Autore: Guglielmo Sano

Coronavirus ultime notizie: uno studio inglese dimostrerebbe come bambini e adolescenti siano meno esposti al rischio di contrarre il Covid in forma grave

Coronavirus ultime notizie: rari i casi gravi tra i bambini. Lo studio
Coronavirus ultime notizie: rari i casi gravi tra i bambini. Lo studio

Coronavirus ultime notizie: uno studio inglese dimostrerebbe come bambini e adolescenti siano meno esposti al rischio di contrarre il Covid in forma grave. Ecco i dati emersi dalla ricerca condotta oltremanica.

Coronavirus ultime notizie: basso rischio tra bambini e adolescenti

Coronavirus ultime notizie – Una ricerca pubblicata sul British Medical Journal ha esaminato il caso di 651 bambini e ragazzi sotto i 19 anni ricoverati per aver contratto il Covid negli ospedali del Regno Unito. Non era ancora stata condotto un’indagine pediatrica su così larga scala. I dati emersi dallo studio hanno quindi mostrato come sia molto “raro” riscontrare la patologia nelle sue versioni più severe tra i più piccoli e giovani, inoltre, gli stessi studiosi hanno definito come “infinitamente raro” il rischio di morte (d’altra parte, solo l’1% dei positivi nelle fasce d’età più basse ha bisogno di cure ospedaliere e di questo solo il 18% ha necessità di ricorrere alla ventilazione polmonare).

Ciò sembra dimostrato nei bambini e nei ragazzi fino a 14 anni anche per quei casi potenzialmente più a rischio (per esempio, a causa dell’obesità). A tal proposito gli scienziati britannici hanno voluto sottolineare come il 42% dei bambini ricoverati nel Regno Unito – età media 5 anni – dopo aver contratto il nuovo coronavirus era affetto da almeno un’altra patologia (in particolare, asma o malattia neurologica).

Rassicurazioni sulla riapertura delle scuole

Coronavirus ultime notizie – Detto questo, appaiono essere maggiormente a rischio terapia intensiva i bambini sotto il mese di vita e quelli con età compresa tra i 10 e 14 anni. Insomma, i bambini con più di un mese e fino a 10 anni che versano in buone condizioni di salute sono esposti a un bassissimo rischio di contrarre il Covid in modo grave. Dunque, gli autori vogliono rassicurare i genitori: “mandare i bambini a scuola non li espone a un rischio diretto”, al contrario, tenerli a casa per paura del contagio potrebbe avere delle “conseguenze sulla loro salute mentale”.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →