Modello 730 2020: tempi rimborso in aumento? Quando arrivano i soldi

Pubblicato il 9 Settembre 2020 alle 13:54 Autore: Guglielmo Sano
Calcolatrice

Modello 730 2020: tempi rimborso in aumento? Quando arrivano i soldi

Modello 730 2020: quali sono i tempi di attesa per ricevere il rimborso Irpef a seguito della presentazione della dichiarazione dei redditi? Slittando la scadenza di quest’ultima hanno subito delle modifiche. Ecco il calendario nel dettaglio.  

Modello 730: le novità sul rimborso Irpef

Con il Decreto Cura Italia la deadline per l’invio della Dichiarazione dei Redditi tramite Modello 730 è stata posticipata dal 23 luglio al 30 settembre 2020. Di consueto, il rimborso Irpef viene ricevuto dai pensionati tra agosto e settembre mentre ai lavoratori con sostituto d’imposta arriva a partire da luglio. A seguito dello slittamento, tali tempistiche hanno per forza di cose subito dei cambiamenti: sostanzialmente, quest’anno – ma anche nel 2021 – la ricezione del rimborso cambia a seconda della data in cui i contribuenti presenteranno la propria dichiarazione.

Ecco allora che chi ha presentato il 730 a giugno riceverà il rimborso a luglio, invece, per chi ha presentato il modello a luglio il rimborso avverrà tra agosto e settembre, così chi presenterà il modello a settembre riceverà il rimborso ad ottobre mentre per coloro che presenteranno il 730 da ottobre il rimborso avverrà tra novembre e dicembre 2020. L’anno prossimo i rimborsi Irpef arriveranno a partire da ottobre, mese successivo alla scadenza per la presentazione del 730, o comunque dalla prima retribuzione utile.

Senza sostituto d’imposta richiesta diretta all’Agenzia delle Entrate

Importante sottolineare le modalità di conguaglio Irpef per chi presenta il modello 730 senza sostituto d’imposta. In questo caso, il contribuente potrà richiedere all’Agenzia delle Entrate di ricevere il rimborso Irpef – sempre con accredito previsto in base alle tempistiche elencate prima – direttamente sul proprio conto. Fondamentale per la buona riuscita dell’operazione che intestatario o co-intestatario del conto e titolare del rimborso Irpef coincidano; in caso contrario l’AdE contatterà il contribuente per invitarlo a presentarsi presso un Ufficio Postale per ritirare l’importo spettante (se non superiore a 1.000 euro, sopra tale cifra si riceverà un vaglia).

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →