Assegno 2 mila euro Inps a novembre 2020: ecco chi lo riceverà

Pubblicato il 16 Ottobre 2020 alle 08:00 Autore: Daniele Sforza
assegno 2 mila euro inps

Assegno 2 mila euro Inps a novembre 2020: ecco chi lo riceverà

A novembre è atteso un assegno 2 mila euro da parte dell’Inps: per saperne di più è sufficiente consultare la circolare n. 107 del 23 settembre 2020 dell’Istituto di previdenza, che si è focalizzata su alcuni aspetti relativi alla maggiorazione sociale destinata a chi percepisce la pensione di invalidità. Nel mese di novembre l’Inps erogherà un assegno di 2 mila euro, ma non a tutti. Andiamo dunque a chiarire alcuni punti sui quali ancora serpeggiano dubbi.

Aumento pensione invalidità civile: chi deve fare domanda

Innanzitutto va chiarito subito un dubbio, che riguarda il riconoscimento della maggiorazione. Non c’è bisogno di fare domanda se siete invalidi civili totali, ciechi civili assoluti e sordi e il riconoscimento sarà erogato in automatico. Chi invece risulta titolare di inabilità previdenziale, con riferimento alla legge n. 222/1984, dovrà presentare apposita richiesta.

I requisiti reddituali

Naturalmente sono da soddisfare anche alcuni requisiti e condizioni reddituali. Se singolo, il reddito individuale non deve superare quota 8.469,63 euro. Se coniugato, il reddito individuale non deve superare la medesima cifra, mentre quello cumulato con il reddito del coniuge non deve superare quota 14.447,42 euro.

Ricordiamo inoltre che l’aumento spetta a tutti i soggetti in possesso dei requisiti maggiorenni, dunque dai 18 anni in su. Il requisito anagrafico dei 60 anni è stato pertanto ridotto.

Assegno 2 mila euro Inps: cosa comprende

L’importo maggiorato sarà comprensivo degli arretrati. L’assegno di novembre di circa 2.000 euro comprenderà dunque le mensilità di agosto, settembre, ottobre nonché l’ultima settimana del mese di luglio. L’erogazione sarà una tantum.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →