Sondaggi politici Euromedia: seconda ondata, il 30,3% ha paura

Pubblicato il 22 Ottobre 2020 alle 09:39 Autore: Andrea Turco
sondaggio, sondaggi euromedia, sondaggi elettorali euromedia

Sondaggi politici Euromedia: seconda ondata, il 30,3% ha paura

La seconda ondata, prima alle porte, è ormai arrivata anche in Italia. Ieri i contagi sono saliti ad oltre 15mila. In Lombardia, Campania e Lazio è scattato il coprifuoco. Secondo i sondaggi politici elaborati da Euromedia, questa seconda ondata fa paura al 30,3% degli italiani. Il 20,8% è rassicurato dal fatto che ora siamo più preparati rispetto a prima ad affrontare la crescita dei contagi, il 18,8% considera questa seconda ondata meno violenta della prima con più asintomatici che malati gravi mentre il 16% si dice più preoccupato per le ripercussioni economiche o sociali. Infine c’è un 12,1% secondo cui si sta esagerando e si sta facendo del terrorismo psicologico.

Ma di chi è la colpa del nuovo innalzamento dei contagi da Covid-19? Per il 42,5% la responsabilità è delle persone che sono state superficiali senza rispettare le norme più elementari, per il 29,4% ci siamo rilassati troppo questa estate, per il 27,1% è colpa dei mezzi pubblici non riorganizzati e troppo pieni, per il 22,7% abbiamo sottovalutato il ritorno dell’ondata perché pensavamo fosse finito tutto. Il 19,7% punta il dito contro la mancanza dei controlli mentre il 19,1% ce l’ha con chi è tornato al lavoro e a fare la vita di prima. Infine, l’8,1% vede nella riapertura delle scuole una delle cause dell’aumento dei contagi.

Sul fronte politico, gli italiani dividono le responsabilità tra le varie istituzioni. E così sul banco degli imputati finiscono in egual modo il premier Giuseppe Conte (23,1%), i vari ministri competenti (21,3%), le regioni (21,1%) e i sindaci (7,1%).

Sondaggi politici Euromedia: nota metodologica

Data o periodo in cui è stato realizzato il sondaggio: 16 ottobre. Campione casuale nazionale rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne secondo genere, età, livello di scolarità, area geografica di residenza, dimensione del comune di residenza. (1.000 interviste): 1.000 intervistati (interviste valide) – numero dei non rispondenti/rifiuti all’intervista: 854 – totale contatti effettuati: 1.854. Il margine di errore relativo ai risultati del sondaggio (livello di rappresentatività del campione del 95%) è +/- 3.1% per i valori percentuali relativi al totale degli intervistati (1.000 casi). Metodologia mista C.A.T.I.-C.A.M.I.-C.A.W.I.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →