Pensioni ultime notizie: quanto si perde con il taglio degli assegni 2021

Pubblicato il 17 Novembre 2020 alle 07:30 Autore: Daniele Sforza
Pensioni ultime notizie quanto si perde

Pensioni ultime notizie: quanto si perde con il taglio degli assegni 2021

Pensioni ultime notizie: il governo ha rinviato al 1° gennaio 2023 l’adeguamento pieno degli assegni pensionistici al costo della vita. La precedente Legge di Bilancio aveva infatti rinviato al 1° gennaio 2022 l’adeguamento pieno degli assegni previdenziali, ma è previsto un nuovo rinvio. Il blocco della perequazione non è una cosa di poco conto: ormai è in vigore da diversi anni e sta facendo sentire il suo peso nelle tasche dei pensionati.

Pensioni ultime notizie: blocco della perequazione, quanto si perde all’anno?

Per Il Giornale il blocco della perequazione ha fatto perdere un bel po’ di soldi ai pensionati. Negli ultimi 8 anni la stima racconta una perdita in media di circa 1.000 euro annui. D’accordo con la Uil, se l’assegno pensionistico ammonta a 1.568 euro all’anno, la perdita ruoterà attorno ai 960 euro. E più l’importo sul cedolino è pesante, altrettanto pesante sarà la perdita. Basti considerare che chi arriva a 1.960 euro lordi mensili, va a perdere oltre 100 euro al mese, ovvero 1.490 euro annui. Non finisce qui: i pensionati che arrivano a percepire oltre 4.500 euro mensili lordi, vanno a perdere quasi 7.200 euro all’anno. Certo, questi numeri sono importanti, ma probabilmente non toccheranno chi quelle cifre mensili non le vede nemmeno col binocolo. Eppure è lapalissiano di una situazione generale che si riflette sul sistema economico, soprattutto sul medio-lungo periodo.

Le conseguenze negative sul potere d’acquisto

L’ultimo adeguamento, ricorda il quotidiano milanese, è stato nel 2011. Poi è stata una discesa continua. Le conseguenze di questi tagli si avvertono principalmente a medio-lungo termine, e influisce direttamente (e negativamente, ovvio) sul potere di acquisto.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →