Sondaggi elettorali SWG, Lega e M5S perdono mezzo punto, su PD e Forza Italia

Pubblicato il 22 Dicembre 2020 alle 18:32 Autore: Gianni Balduzzi
sondaggi elettorali sondaggi politici

Sondaggi elettorali SWG, Lega e M5S perdono mezzo punto, su PD e Forza Italia

Questa settimana le variazioni nelle intenzioni di voto dei partiti secondo i sondaggi elettorali di SWG sono piuttosto vivaci. Lega e Movimento 5 Stelle sono viste in calo di mezzo punto ciascuno, andando rispettivamente al 23,4% e al 14,3%.

Nel caso del centrodestra vi è la compensazione degli alleati. Ma, a differenza di altre volte, non grazie a Fratelli d’Italia, che perde un decimale arretrando al 16,7%, bensì a Forza Italia, che come Ipsos anche SWG vede in aumento, del 0,4%, al 6,3% Su, di due decimali, anche Cambiamo!, ora all’1,2%.

Nella maggioranza il PD e Sinistra/MdP al contrario del M5S risultano in aumento, del 0,3%, e si portano rispettivamente al 20,4% e al 3,6%. Scivola invece al 2,8%, perdendo tre decimali, Italia Viva. Che sia l’effetto delle tensioni tra Renzi e Conte?

Su del 0,3% anche +Europa, ora al 2,4%. Azione invece cala di un decimale, ed è questa settimana al 3,7%, così come i Verdi, che però sono più deboli, al 2%

sondaggi elettorali
fonte: SWG

SWG nei propri sondaggi elettorali ha rivolto anche altre domande agli elettori.

In particolare riguardo alla crisi politica nella maggioranza. Pochi credono in realtà a una crisi di governo, solo il 21%, che salgono al 46% nel caso degli elettori leghisti.

La maggioranza relativa, il 41%, afferma che la legislatura si chiuderà probabilmente prima del 2023, ma non a breve. Mentre per il 27%, il 45% nel caso di elettori i PD e M5S, il governo Conte arriverà a fine legislatura.

sondaggi
.fonte: SWG

Sondaggi elettorali, il 26% vorrebbe Draghi come premier

Secondo i sondaggi elettorali di SWG gli italiani sono freddi sul rimpasto di governo. Solo il 31% lo vorrebbe. Si raggiunge il 45% tra gli elettorali leghisti, e solo il 23% tra quelli pentastellati.

Il 43% è contrario.

sondaggi
fonte: SWG

Le altre domande sono sul premier, quello attuale e quello immaginato.

Conte è ritenuto in modo positivo quando si parla delle sue qualità come mediatore che il 56% gli riconosce. Per il 45% è anche la persona giusta in questo momento. Per il 40% addirittura uno dei migliori Presidenti del Consiglio che l’Italia abbia avuto.

Al contrario vi è anche chi lo ritiene un opportunista, il 38%, che rappresenta l’establishment, il 36%, o che fa i propri interessi, il 34%.

sondaggi
fonte: SWG

Il 26% degli italiani preferirebbe Draghi invece come premier, che supera Conte, che si ferma al 21%. Draghi in particolare è preferito dagli elettori PD, il 42% dei quali lo vorrebbe a Palazzo Chigi.

Per il 10% è meglio Salvini, alla pari in questo con Meloni

sondaggi elettorali
fonte: SWG

I sondaggi elettorali SWG sono stati realizzati tra il 16 e il 18 dicembre con metodologia CATI-CAMI-CAWI su 800 soggetti, 1200 nel caso delle intenzioni di voto.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →