Regole viaggi in vista dell’estate: la situazione aggiornata

Pubblicato il 31 Maggio 2021 alle 12:28 Autore: Claudio Garau
Estate 2021: spostamenti tra regioni, viaggi e spiagge. Regole e date

Regole viaggi in vista dell’estate: la situazione aggiornata

L’estate è ormai vicina e per molti rappresenta l’occasione per partire e fare una vacanza, dopo molti mesi passati nel rispetto delle regole del lockdown. Ora che la campagna di vaccinazione sembra funzionare e i numeri del contagio sono tornati a essere non preoccupanti, in molti sono interessati a capire quali saranno le regole viaggi nelle prossime settimane, prima di fare le valigie e partire per una destinazione di mare o di montagna.

Un primo test generale sarà il ponte della Festa della Repubblica. Infatti, in base ai dati di Federalberghi, ben 9 milioni di italiani sono pronti a rimettersi in moto per una breve vacanza. Proprio in tema di viaggi e spostamenti, il Governo Draghi ha recentemente fatto il punto, chiarendo le regole viaggi da rispettare. In generale, sono cose che già gli italiani hanno imparato a conoscere nell’ultimo anno, ma giova ricordarle di seguito.

Regole viaggi: aereo, nave, treno, pullman

Le regole viaggi sono determinanti, come ovvio, per viaggiare in condizioni di sicurezza sanitaria e per tutelare il proprio diritto alla salute e quello altrui. Ci riferiamo alle indicazioni da osservare per quanto attiene all’obbligo di mascherina, distanziamento sociale, pulizia mani e così via.

Le regione italiane sono al momento tutte di colore giallo e 3 bianche (Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Molise), pertanto le regole viaggi consentiranno comunque gli spostamenti senza alcun particolare limite o vincolo. Tuttavia, per quanto riguarda le regole viaggi in aereo, le compagnie stanno in queste ore consigliando a chi intende volare, di effettuare il check in digitale, onde non creare assembramenti in fase di imbarco.

Circa invece le istruzioni da seguire per i viaggi in nave, al passeggero è richiesto il tampone 48 ore prima della effettiva partenza e anche un’autocertificazione ad hoc. In relazione alle regole viaggi in pullman, attualmente vigenti, abbiamo che detto mezzo di trasporto può essere riempito fino alla metà della sua capienza massima.

Non solo. Regole viaggi specifiche anche per i viaggi in treno. Infatti, al momento è previsto l’obbligo di prenotazione del proprio posto e le società che offrono questo servizio di trasporto invitano i clienti a comprare il ticket via web.

Se ti interessa saperne di più sulla possibile estensione alla penisola dell’accordo Liguria-Piemonte circa il vaccino ai turisti, clicca qui.

Spostamenti tra regioni e ingresso ristoranti: quali regole valgono?

Superando pienamente le restrizioni dei mesi scorsi, gli spostamenti potranno essere liberi in tutte le regioni, senza bisogno di pass, ma osservando sempre e comunque le regole della zona gialla, a meno che non si tratti delle zone bianche, in cui le regole di sicurezza sanitaria sono più blande. In questa ipotesi, il coprifuoco viene meno e tutte le attività sono libere, ma attenzione: sarà da rispettare comunque l’obbligo di distanziamento sociale; il divieto di assembramento e la mascherina andrà tenuta anche all’aperto.

In vista della stagione estiva e dei nuovi flussi di turisti, oltre alle regole viaggi, diventano di primaria importanza anche le regole per i ristoranti. Abbiamo che dal primo giugno è prevista la riapertura, in ogni luogo della penisola, degli esercizi di ristorazione anche negli spazi chiusi. Pertanto, bar, pub e ristoranti che riapriranno dovranno abbassare le saracinesche esclusivamente per il coprifuoco notturno. Quest’ultimo infatti permarrà dalle 23 in zona gialla. Mentre si parla del 21 giugno come data di abolizione definitiva del coprifuoco.

Sempre dal primo giugno, sarà possibile consumare ai banconi dei bar. Invece al tavolo si potrà stare massimo in quattro persone se non conviventi, ma con barriere di separazione e distanza di almeno 1 mt. dagli altri tavoli. Per quanto riguarda l’uso della mascherina, non sarà obbligatoria da seduti, mentre è da indossare una volta in piedi.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU GOOGLE NEWS

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a 
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Claudio Garau

Laureato in Legge presso l'Università degli Studi di Genova e con un background nel settore legale di vari enti e realtà locali. Ha altresì conseguito la qualifica di conciliatore civile. Esperto di tematiche giuridiche legate all'attualità, cura l'area Diritto per Termometro Politico.
    Tutti gli articoli di Claudio Garau →