Zona bianca e mascherine all’aperto: come cambiano le regole anti Covid da oggi

Pubblicato il 28 Giugno 2021 alle 10:11 Autore: Guglielmo Sano
Zona bianca e mascherine all’aperto: come cambiano le regole anti Covid

Zona bianca e mascherine all’aperto: come cambiano le regole anti Covid da oggi

Oggi, 28 giugno 2021, l’Italia tutta si trova in zona bianca, la fascia di rischio epidemiologico più bassa e che, quindi, prevede le restrizioni anti-contagio meno rigide. Via l’obbligo di mascherine all’aperto nelle regioni “bianche” (attualmente tutto il territorio nazionale) ma si dovrà indossare in tutte le situazioni di assembramento.

Tutta Italia in Zona bianca

Da oggi, 28 giugno 2021, salta l’obbligo di mascherine all’aperto quando ormai l’Italia tutta si trova in zona bianca. Infatti, entra nella fascia di rischio epidemiologico più basso e che, quindi, prevede le restrizioni anti-contagio meno rigide anche la Valle D’Aosta, l’unica regione che si trovava ancora in zona gialla. D’altronde, l’epidemia sta rallentando in tutto il paese: il 27 giugno il bollettino sulla diffusione del coronavirus registrava “soli” 782 nuovi positivi (incidenza dei casi a 17 ogni 100mila abitanti) e 14 decessi.

Nel frattempo, calano a 294 (il tasso di occupazione dei posti letto è in media del 4%) i ricoveri in terapia intensiva e a 1.743 quelli in reparto ordinario. Nel suo ultimo intervento pubblico, durante la trasmissione Domenica In, il Commissario straordinario Figliuolo ha rinnovato la sua fiducia nel raggiungimento dell’obiettivo prioritario della campagna vaccinale: l’80% dei 54 milioni di italiani che attualmente rientrano nella platea dei vaccinabili. Immunità di gregge a portata di mano entro fine settembre ha ribadito Figliuolo.  

Mascherine all’aperto: salta l’obbligo

In tutte le regioni in zona bianca, dunque in tutta Italia da oggi 28 giugno, non è più obbligatorio indossare le mascherine se ci si trova all’aperto: la regola era stata introdotta l’8 ottobre 2020. D’altra parte, rimane l’obbligo di vestire il dispositivo di protezione individuale, oltre che in tutti i luoghi pubblici al chiuso (ad eccezione della propria abitazione), in tutte quelle situazioni in cui viene a mancare il distanziamento di sicurezza dalle persone: nelle code, per esempio, o sui mezzi pubblici.

Nonostante la presa di posizione del Cts a favore della rimozione dell’obbligo, nel fine settimana il Governatore campano De Luca ha prorogato l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto e, nello specifico, nei centri storici delle città, piazze della movida, lungomari di località turistiche e non: da sottolineare allora che l’ordinanza del Presidente della Campania non prevede ulteriori restrizioni rispetto al regolamento fissato dal Ministero della Salute, semmai precisa dove si bisognerà indossare o quanto meno essere pronti ad indossare la mascherina.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →