Calendario Serie A 2021/22, tutte le novità da sapere

Pubblicato il 21 Luglio 2021 alle 17:27 Autore: Redazione
serie A 2020/21

Calendario Serie A 2021/22, tutte le novità da sapere

serie A 2020/21

Stiamo ancora festeggiando per la vittoria agli Europei 2021 sull’Inghilterra, ma il nostro campionato non aspetta. Sono stati fatti i sorteggi per decretare il nuovo calendario Serie A 2021/22, che è una vera e propria rivoluzione rispetto agli anni precedenti. Si tratta infatti di un calendario asimmetrico, che vedrà nuovi criteri da rispettare. Andiamo a scoprire quali, prima di conoscere le partite da segnarci.

Come cambia il calendario di Serie A 2021/22

Ha ufficialmente debuttato il nuovo calendario della Serie A TIM 2021/22. A differenza delle scorse stagioni, la grande novità è che si tratta di un calendario asimmetrico, ciò significa che le partite del girone d’andata, non saranno nello stesso ordine, né tanto meno con la stessa composizione del girone di ritorno. Si comincia domenica 22 agosto e si finisce domenica 22 maggio 2022. In mezzo sono confermati 5 turni infrasettimanali (22 settembre, 27 ottobre, 1 e 22 dicembre, 6 gennaio) e altrettante soste per la Nazionale (5 settembre, 10 ottobre, 14 novembre, 30 gennaio per le squadre non europee, 27 marzo). Ricordiamo che l’anno prossimo sarà anche l’anno dei Mondiali di calcio 2022 in Qatar. Lo stop per la pausa natalizia è prevista invece dal 23 dicembre al 5 gennaio.

Come abbiamo detto è un calendario asimmetrico, ma ci saranno comunque alcuni vincoli da rispettare. Non ci possono essere più di 2 incontri consecutivi in casa o in trasferta e prima che 2 squadre si rincontrino devono essere stati disputati almeno 8 incontri. Nei turni infrasettimanali non verranno giocati i derby delle maggiori città, quindi quelli di Milano, Roma, Torino, Genova, Firenze e Napoli, così come non ci saranno i classici big match tra Milan, Inter, Juventus, Roma, Lazio, Napoli e Atalanta. In aggiunta, i derby non verranno sicuramente programmati per la prima e l’ultima giornata di campionato.

Vengono agevolate tutte le squadre che giocano in Europa (Inter, Milan, Atalanta, Juve, Lazio, Napoli e Roma), che non potranno scontrarsi direttamente dopo aver disputato una partita in Champions, in Europa League o in Conference (nel caso della Roma).

Definite anche le date per la Coppa Italia. La fase preliminare avrà inizio l’8 agosto e la finale si giocherà l’11 maggio 2022. Manca invece la data per quanto riguarda la finale di Supercoppa Italiana tra Juventus e Inter, vincitrici rispettivamente della scorsa Coppa Italia e del Campionato di Serie A 2020/21.

Calendario Serie A 2021/22: le partite da segnare

È il momento di svelare il calendario di Serie A per la stagione 2021/22. La prima giornata si affronteranno Bologna – Salernitana, Cagliari – Spezia, Empoli-Lazio, Inter-Genoa, Napoli-Venezia, Roma-Fiorentina, Sampdoria-Milan, Torino-Atalanta, Udinese-Juventus, Hellas Verona-Sassuolo.

A partire dalla terza giornata ci sono già alcuni importati match tra cui Napoli – Juventus, Milan – Lazio e Atalanta – Fiorentina. Juventus e Milan che si scontreranno direttamente alla quarta giornata.

Il primo derby sarà quello della Capitale: Lazio – Roma si gioca il 26 settembre. Segue poi quello della Mole, Torino – Juventus è alla 7ma giornata. Il derby d’Italia tra Juventus e Inter è invece alla 9a, mentre quello milanese tra Inter e Milan è alla 12esima giornata.

Per il girone di ritorno tra le partite finali che potrebbero modificare le sorti del campionato, se sarà acceso come quello appena passato, segnaliamo: Juventus – Inter e Atalanta – Napoli alla 31esima giornata, Napoli – Roma alla 33esima, Inter – Roma e Lazio – Milan alla 34esima, infine Juventus – Lazio e Milan – Atalanta per la penultima giornata.

La rivoluzione della Serie A TIM 2021/22 non ha riguardato però solo il calendario ma anche i diritti tv. Infatti ad esserseli aggiudicata è DAZN che ha battuto la concorrenza di Sky. DAZN trasmetterà tutte e 10 le partite della giornata, di cui 7 saranno in esclusiva mentre 3 in co-esclusiva con Sky.

È la prima volta che un servizio di streaming si aggiudica i diritti del Campionato di calcio italiano. Non sorprende però che arrivi dopo un anno di pandemia, dove tutte le piattaforme di streaming, tra tv e giochi hanno fatto un balzo da gigante per quanto riguarda il numero di utenti abbonati. Un esempio sono i siti di casinò online che grazie a bonus, giri gratis e versioni demo che non richiedono il versamento di soldi reali, hanno visto le iscrizioni aumentare. Soprattutto perché i giocatori si sentono tutelati, visto che sono tutti siti in possesso della licenza ADM rilasciata dall’Agenzia italiana delle Dogane e Monopoli, che non solo garantisce la sicurezza in termini di privacy e dati, ma anche di vincite in denaro.

Ora che il calendario è stilato, non ci resta che darci appuntamento tra poco più di un mese per il fischio d’inizio.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →