RdC assegno unico: come funziona l’integrazione importo e pagamento

Pubblicato il 28 Settembre 2021 alle 13:31 Autore: Claudio Garau
Reddito di cittadinanza per oltre 3 milioni

RdC assegno unico: come funziona l’integrazione importo e pagamento

In questi giorni è previsto il versamento della ricarica del reddito di cittadinanza collegata al mese di settembre. E’ infatti il periodo dei pagamenti per tutti coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza: già da lunedì 27 è stata pagata la mensilità per il mese di settembre 2021, con la ricarica che di solito si compie entro le 3 del pomeriggio (talvolta con qualche ritardo).

I titolari della carta RdC debbono sapere che vi sono varie soluzioni per verificare il saldo disponibile, tra cui accesso al sito ufficiale sul reddito di cittadinanza; al sito INPS oppure notifica con SMS.

Di seguito vogliamo chiarire in particolare come funziona l’integrazione RdC assegno unico. Quest’ultimo è la misura ‘ponte’ a sostegno dei nuclei familiari con figli a carico, che di fatto anticipa l’assegno unico e universale che scatterà dal 2022.

RdC assegno unico: l’INPS si occupa per intero del pagamento

Nelle scorse settimane l’INPS ha comunicato una importante novità per le famiglie che incassano il reddito di cittadinanza ma anche l’assegno unico temporaneo per i figli minorenni.

In queste circostanze, le famiglie potranno ottenere l’importo dell’assegno unico direttamente sulla carta del reddito di cittadinanza, in maniera automatica. In altre parole, senza alcuna iniziativa o domanda ad hoc.

A causa delle condizioni economiche non favorevoli nelle quali attualmente si trovano molti nuclei familiari con figli, l’assegno unico nella sua forma temporanea – una misura ponte in attesa della nuova misura a partire dal 2022 – è stato previsto anche per gli attuali percettori del reddito di cittadinanza, a patto che siano rispettati i requisiti di accesso all’assegno in oggetto.

In altre parole, si può tranquillamente parlare di compatibilità RdC assegno unico. Sostanzialmente, anche i percettori del Reddito di Cittadinanza hanno diritto ad accedere all’assegno temporaneo ‘ponte’.

Soprattutto, l’ottenimento dell’assegno unico figli a carico, da parte di chi già beneficia del RdC è operazione di facile attuazione: sarà infatti l’INPS a gestire per intero l’iter di versamento.

Bonus mobili 2021, cos’è, come funziona e scadenza

Il doppio pagamento di RdC e assegno: entro quando

Come appena accennato, sarà l’INPS, ad occuparsi di compiere un doppio pagamento, uno di seguito all’altro:

  • il primo collegato al reddito di cittadinanza;
  • il secondo collegato all’assegno unico ponte.

Se ci si chiede delle date dei pagamenti, occorre rimarcare che questi ultimi sono già iniziati: infatti, gli interessati al doppio pagamento RdC assegno unico ‘ponte’ dovrebbero aver intascato ambo le somme spettanti già ieri (salvo qualche possibile ritardo). In ogni caso, si tratta di operazioni che verosimilmente si compiranno entro il 30 settembre, così come previsto per gli accrediti dei mesi prossimi.

Concludendo, ricordiamo altresì che il doppio pagamento RdC assegno unico avviene sulla carta elettronica RdC, una sorta di speciale Postapay.

L'autore: Claudio Garau

Laureato in Legge presso l'Università degli Studi di Genova e con un background nel settore legale di vari enti e realtà locali. Ha altresì conseguito la qualifica di conciliatore civile. Esperto di tematiche giuridiche legate all'attualità, cura l'area Diritto per Termometro Politico.
    Tutti gli articoli di Claudio Garau →