Pensioni: lancio Quota 102 sempre più probabile? Le ultime notizie

Pubblicato il 21 Ottobre 2021 alle 08:30 Autore: Guglielmo Sano
Pensioni: lancio Quota 102 sempre più probabile? Le ultime notizie

Pensioni: lancio Quota 102 sempre più probabile? Le ultime notizie

Pensioni: secondo le ultime indiscrezioni riportate dalla stampa nazionale il Governo Draghi sempre più convinto di lanciare Quota 102 per sostituire l’ormai prossima alla scadenza Quota 100. In cosa consiste il nuovo meccanismo e per quanto potrebbe restare in vigore?

Pensioni: le ultime notizie sul riassetto della previdenza

Pensioni: il dibattito sul post Quota 100 torna a scaldarsi. Secondo le ultime indiscrezioni riportate dalla stampa nazionale, all’interno del Documento Programmatico di Bilancio, in pratica lo scheletro della Legge di Bilancio per il prossimo anno, potrebbe essere inserita anche una modalità di pensione anticipata per sostituire quella varata dal Governo Conte 1 per cui la scadenza è sempre più vicina. Tale modalità di pre-pensionamento può essere sintetizzata nel meccanismo noto come Quota 102.

Sempre secondo le stesse indiscrezioni, nonostante il dialogo sul tema riassetto della previdenza sia ancora all’inizio, sono già nati i primi malumori all’interno della maggioranza che sostiene l’esecutivo. Una cosa è certa il ritorno al passato (senza sostituire Quota 100 con un sistema simile si tornerà sostanzialmente alla Legge Fornero) la tenuta dell’esecutivo si potrà considerare davvero a rischio vista la ferma contrarierà della Lega in primis a uno scenario di questo genere.

Lancio Quota 102 sempre più probabile?

Pensioni: per evitare problemi pratici (il concretizzarsi dell’effetto scalone in primis) ma anche “diplomatici” (come si scriveva, le barricate del Carroccio), pare che nella prossima manovra possa comparire un sistema di pensione anticipata riassumibile nell’espressione Quota 102. Ancora pochi i dettagli ma, come per Quota 100, dovrebbero servire almeno 38 anni di contributi e, invece di 62, aver compiuto 64 anni di età per uscire dal mondo del lavoro. La nuova Quota potrebbe essere introdotta in via sperimentale per due anni.

Detto ciò, le potenziali fratture all’interno della compagine governativa non terminano qui: infatti, anche il centrosinistra non è del tutto convinto dall’operazione. Dallo schieramento si preferirebbe puntare su una estensione di Quota 41 a donne e altre categorie di lavoratori gravosi. Da considerare anche la posizione di Italia Viva che chiede di destinare le risorse della prossima manovra (si parte da una base di 22 miliardi) più sul taglio delle tasse che sulla previdenza.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →