Bollo auto 2022: natura, scadenza, calcolo e pagamento. La guida rapida

Pubblicato il 12 Gennaio 2022 alle 12:34 Autore: Claudio Garau
bollo auto 2021 proroga

A seguito della pandemia, lo scorso anno e nel 2020 il bollo auto ha subito proroghe e stop vari, onde non gravare ulteriormente su bilanci familiari e in considerazione del fatto che, specie durante i periodi di lockdown, l’utilizzo dei mezzi a motore si è ridotto notevolmente.

Ad inizio anno appare opportuno ricordare che il bollo auto 2022, salvo provvedimenti urgenti ed emergenziali come quelli disposti per coronavirus, va pagato entro la scadenza, su base annuale. Infatti, in ipotesi di inadempienza interviene l’Amministrazione Finanziaria. Vediamo allora che cos’è in concreto il bollo, quando scade, come si calcola e come si paga.

Bollo auto 2022: la prossima imminente scadenza 

Non bisogna dimenticare che la scadenza del bollo auto 2022 non è identica per tutti, bensì personalizzata. Ciò significa che non c’è un termine fisso per tutti i conducenti di un’automobile.  

In particolare, la data di scadenza del bollo auto è calcolata sulla scorta del primo pagamento dell’imposta. In altre parole, la tassa deve essere pagata annualmente, ma non dal primo gennaio al 31 dicembre.  

Per fare un esempio pratico, debbono pagare il bollo auto 2022 in un lasso di tempo che va dal primo al 31 gennaio di quest’anno, coloro i quali hanno visto scadere il bollo lo scorso 31 dicembre. 

Bollo auto 2022: dal 1999 inquadrato come tassa regionale

Tecnicamente, il bollo auto 2022 consiste in una tassa regionale: ogni singola regione italiana ha competenza in materia e si occupa di tutta la gestione, in coordinamento con i servizi dell’Agenzia delle Entrate. Quest’ultima, in particolare, interviene in ipotesi di inadempienza dell’automobilista.

Infatti, le competenze in materia di tasse automobilistiche, dal primo gennaio 1999, sono state trasferite dalla legge alle Regioni a statuto ordinario ed alle Province Autonome di Bolzano e di Trento. Dette Regioni e Province possono assegnare a soggetti terzi le attività di controllo e di riscossione per quanto attiene al bollo auto. Mentre dette funzioni per le Regioni a Statuto Speciale di Sardegna e Friuli Venezia Giulia spettano all’Amministrazione Finanziaria.

Bollo auto 2022: come calcolarlo

Ci si potrebbe domandare quanto occorre versare per il bollo auto 2022. Ebbene, per rispondere occorre fare riferimento al sistema elaborato dall‘ACI sul suo sito web. Esso serve a individuare l’importo esatto. 

Per compiere il calcolo è sufficiente: 

  • indicare la tipologia del veicolo; 
  • selezionare il tipo di pagamento (rinnovo, prima immatricolazione ecc); 
  • inserire il numero di targa.  

Per questa via, entro brevissimo tempo, l’automobilista che deve pagare il bollo auto 2022 potrà visualizzare il risultato in una chiara tabella che include i dettagli del mezzo a motore, la scadenza per il pagamento e l’importo del bollo.  

Bonus 2022 psicologo, ecco la petizione per reintrodurlo

Bollo auto: come pagarlo

Infine, ricordiamo che il bollo auto 2022 può essere pagato con una delle seguenti modalità: 

  • Presso i centri Aci (Automobile Club d’Italia); 
  • Sul portale web di Aci; 
  • Negli uffici postali; 
  • Presso le ricevitorie Lottomatica; 
  • Agli sportelli Atm; 
  • Nelle tabaccherie convenzionate con banca ITB. 

Come si può notare, all’automobilista non mancano affatto le alternative per adempiere al citato obbligo di pagamento. 

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU GOOGLE NEWS

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Claudio Garau

Laureato in Legge presso l'Università degli Studi di Genova e con un background nel settore legale di vari enti e realtà locali. Ha altresì conseguito la qualifica di conciliatore civile. Esperto di tematiche giuridiche legate all'attualità, cura l'area Diritto per Termometro Politico.
    Tutti gli articoli di Claudio Garau →