•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 3 luglio, 2013

articolo scritto da:

Grillo attacca la Casta, via le scorte ai politici

Questa mattina Beppe Grillo, con un post sul suo blog, è tornato ad attaccare la casta. L’argomento della diatriba è la spinosa questione delle scorte ai personaggi pubblici, in particolare ai politici che frequentano (sempre meno assiduamente tranne i parlamentari a 5 stelle) Montecitorio o Palazzo Madama preferendo, soprattutto in questo periodo, le spiagge affollate di Formentera e Forte dei Marmi. Rigorosamente con la scorta.

Nel post il leader del movimento ha citato alcuni casi in cui grandi personaggi come Don Pino Puglisi, Beppe Alfano o Marco Biagi furono trucidati (dalla criminalità organizzata e dalle Br) e probabilmente se avessero avuto la scorta qualcuno essi si sarebbe potuto salvare. Al contrario “i coniugi Mastella, gli ex ministri Cirino Pomicino, Oliviero Diliberto e Claudio Scajola e gli ex presidenti della Camera Marcello Pera e Fausto Bertinotti” possiedono la scorta, scrive Beppe Grillo nel post. Poi snocciola dati su dati su quanti siano i personaggi pubblici aventi la protezione (585) di cui 300 sono politici.

[ad]Alla fine del post, l’ex comico genovese propone di abolire del tutto i drappelli ai personaggi pubblici in modo da poter “risparmiare 250 milioni di euro all’anno, liberare 4.000 agenti per l’ordine pubblico e i domiciliari senza sentenza per i politici scortati” perché, continua Grillo, “non li vedremmo più in giro” senza scorta.

E’ assolutamente vero che la protesta contro la Casta, come la chiamarono per la prima volta Stella e Rizzo per definire una classe dirigente che tende sempre di più a commettere reati, pagarsi vacanze di lusso, macchine blu o aragoste e caviale coi soldi pubblici, viene messa in risalto solo nei periodi di recessione in cui i cittadini comuni hanno la “pancia vuota”, ma questo non sminuisce gli scandali che negli scorsi mesi hanno colpito il nostro paese: dai Batman ai Belsito, dai Formigoni ai Lusi. E’ altrettanto scandaloso che nelle altre democrazie europee i costi della politica siano infinitamente più bassi rispetto ai nostri. Perché oltre a prendere spunto da essi in campo economico, industriale o istituzionale non lo facciamo anche con i costi della Casta? Il grande Leonardo Sciascia diceva : “lo Stato non processerà mai se stesso”.

Giacomo Salvini

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: