Pubblicato il 06/09/2013

Dati AGCom Maggio 2013

autore: Matteo Patané

Dati AGCom: il mese di maggio 2013, dopo le tempeste del periodo elettorale e le fasi travagliate dell’elezione del Presidente della Repubblica e della formazione del governo, è il periodo del rientro alla normalità politico-mediatica del Paese.

Sono quindi di particolare importanza i dati AGCom relativi a questo momento perché identificano con certezza i nuovi assetti e posizionamenti delle reti TV, e possono quindi dare un’idea della direzione verso cui è diretto il gotha mediatico italiano.

Malgrado il governo di larghe intese, i dati sono stati aggregati seguendo le divisioni della campagna elettorale tra aree politiche, in modo da evidenziare lo stacco tra il periodo elettorale e quello successivo.

Dati AGCom maggio 2013

 

Dati AGCom 2013 aggregati per mese

Nel mese di maggio le ore di informazione politica si sono attestate a 377 ore, un valore che conferma l’andamento discendente dei mesi precedente, ma ancora piuttosto elevato.

Dai dati grezzi emerge come per il secondo mese consecutivo il PD sia primo partito in televisione, ma rispetto al predominio totale del mese precedente questa volta i democratici hanno un esile margine di separazione dal PdL, più per un reale calo del PD che per una vera e propria crescita della formazione berlusconiana.

L’autoisolamento imposto nel M5S e la sua estraneità all’azione di governo si riflettono sulla sua esposizione mediatica, che scende di cinque punti percentuale da aprile a maggio, ma di ben undici punti se si effettua il raffronto con il mese di marzo.

(Per continuare la lettura cliccate su “2”)

Autore: Matteo Patané

Nato nel 1982 ad Acqui Terme (AL), ha vissuto a Nizza Monferrato (AT) fino ai diciotto anni, quando si è trasferito a Torino per frequentare il Politecnico. Laureato nel 2007 in Ingegneria Telematica lavora a Torino come consulente informatico. Tra i suoi hobby spiccano il ciclismo e la lettura, oltre naturalmente all'analisi politica. Il suo blog personale è Città democratica.
    Tutti gli articoli di Matteo Patané →