•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 3 febbraio, 2012

articolo scritto da:

Poverina

Un articolo racconta di una mamma terrorizzata dall’idea che il figlio resti traumatizzato vedendo un disabile. La giornalista che racconta la vicenda usa parole dure verso questa mamma. Non condivido il tono. Credo sia tempo di riscoprire quella compassione di cui parlavo qualche tempo fa. Questa donna è cresciuta in un mondo in cui si è idolatrata la paura del diverso, la paura della malattia e la paura di perdere la possibilità di vivere erigendo dei muri per allontanare tutto ciò che vogliamo far finta non esista.
Pensando a questa vicenda penso all’infelicità a cui si sta condannando e a cui sta condannando il figlio facendolo crescere spaventato da nemici immaginari.
Proviamo tutti a essere un po’ più empatici e un po’ meno giudici verso chi è meno fortunato di noi.

[wp_connect_like_button href=”” send_button=”disabled” layout=”standard” width=”600″ show_faces=”enabled” verb=”like” colorscheme=”light” font=”arial” ref=”” /]

[wp_connect_comments href=”” width=”600″ num_posts=”6″ colorscheme=”light” /]

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.