Elezioni europee 2019: Orban sospeso da Ppe, elogio per Salvini

Elezioni europee 2019: Orban sospeso da Ppe, elogio per Salvini A poco più di due mesi dal voto per le elezioni europee 2019, si consuma la frattura tra il Partito popolare europeo e la formazione Fidesz del presidente ungherese Viktor Orban. Con 190 voti a favore e appena 3 contrari, i vertici del Ppe hanno votato una mozione che sancisce la sospensione del partito. Una scelta combattuta, arrivata al termine di una giornata in cui la situazione ha rischiato più volte di precipitare. A scontrarsi due fazioni: da un lato, l’ala più a sinistra del gruppo che premeva per una linea dura nei confronti di Fidesz. Dall’altro, il ministro della presidenza ungherese e numero due di Fidesz, Gergely Gulyas, che ha minacciato l’abbandono. La mediazione è stata trovata in una modifica della proposta che ha avanzato l’ipotesi di una autosospensione. Ora sarà un comitato di saggi a decidere sulla futura convivenza tra Fidesz e il Partito popolare. La decisione, tuttavia, potrebbe non arrivare prima dell’autunno, ben oltre l’appuntamento delle elezioni europee di maggio. Fino ad allora il partito magiaro resterà fuori da qualsiasi riunione e decisione del gruppo. Scontro tra Orban e Ppe, i motivi della frattura A chiedere l’allontanamento... View Article