Sondaggi elettorali, come sono andati i partiti negli ultimi tre anni, istituto per istituto, al 25 maggio 2020

Sondaggi elettorali, come sono andati i partiti negli ultimi tre anni, istituto per istituto


In questi tempi piuttosto convulsi, tra maggioranze traballanti e pandemie, assieme alle prospettive politiche del Paese cambiano molto in fretta anche i consensi dell’elettorato. Proponiamo di dare uno sguardo all’andamento dei sondaggi per ogni partito nell’ultimo anno e mezzo. In particolare dopo il referendum del dicembre 2016. Appuntamento che ha segnato un punto di svolta per la politica italiana.

Lo facciamo presentando delle infografiche interattive che illustrano istituto per istituto i sondaggi che si sono succeduti dal dicembre 2016 ad oggi

I sondaggi sono sondaggi, si sa. Infatti in passato sono stati speso smentiti clamorosamente. Basti pensare al risultato del Movimento 5 Stelle nel 2013 o al boom del PD alle elezioni europee del 2014.

Nel 2018 se la sono cavati un po’ meglio. Il PD per esempio era dato tra il 21 e il 22%, scendendo al 20% nei sondaggi “clandestini” nel periodo di par condicio. Di fatto solo un 1,3% di scarto dalla realtà.

Il M5S era stimato sotto il 30%. Ma negli ultimi giorni prima delle elezioni per esempio Ixè lo dava tra il 29,5% e il 32%, vicinissimo rispetto al dato effettivo.

L’errore maggiore è stato quello interno al centrodestra. Non a livello di coalizione, visto che il 37% ottenuto era stato largamente previsto, ma di partiti. Difatti tutti i sondaggi fino all’ultimo stimavano la Lega tra il 13% e il 16% e Forza Italia tra il 14% e il 18%, con Tecnè che spingeva la Lega più in alto al 16% e Ixè al 13,1%. E’ probabile che molti elettori di centrodestra hanno deciso all’ultimo i favorire la Lega al partito di Berlusconi.

Ma vediamo come sono evoluti i sondaggi prima e dopo le elezioni politiche ed europee, utilizzando gli istituti più noti.

Si raccomanda la visualizzazione dei grafici su desktop

Sondaggi elettorali, SWG, Euromedia, Ixè e EMG

SWG

E’ l’istituto più generoso con al Sinistra/Leu, che vede al 3,7%, e invece come spesso accade quello che stima più debole Forza Italia, al 5,7%

Euromedia

Si tratta degli unici sondaggi ad avere visto sempre il PD sotto i 5 Stelle fin dal marzo 2017, e oggi sono quelli che danno i partito di Zingaretti più basso, al 20,5%

IXE’

E’ l’istituto più generoso con il PD, visto al 21,6%, ma soprattutto con il M5S, che stima al 17,2% e quello che lo è meno con la Lega, messa appena al 24,6%

EMG

Rimangono da mesi i sondaggi che valutano Italia Viva più alta, al 5%

Sondaggi elettorali, Index, Noto, Tecnè e Piepoli

I secondi 4 istituti sono:  

Index

E’ l’istituto che dopo le europee è rimasto più sobrio con le previsioni sulla Lega, vista non più in alto del 34,5%

Noto

E’ il primo istituto a vedere il sorpasso della Lega su Movimento 5 Stelle nel 2018

Tecnè

Sono i sondaggi più generosi sia con Forza Italia, all’8,1%, che con Fratelli d’Italia, vista al 14,9%, ma anche gli unici ad avere visto per qualche rilevazione il sorpasso di quest’ultimo sul M5S

Piepoli

Piepoli è l’istituto meno generoso con M5S e Fratelli d’Italia, al 15% e al 13,5%

Aggiorneremo ogni settimana questa rassegna, come già facciamo con la media sondaggi, per dare un’idea sia delle performance dei partiti. Infine anche delle differenze nelle rilevazioni tra i vari istituti.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it