Sondaggi politici Israele: sempre meno persone credono alla soluzione un Paese due Stati

Sondaggi politici Israele: sempre meno persone credono alla soluzione “un Paese due Stati Sempre meno persone credono nella soluzione “un Paese due Stati”. A sostenerlo è un’indagine demoscopica del Centro palestinese per la ricerca sulla politica e i sondaggi di Ramallah, riportati dal quotidiano israeliano Jerusalem Post, secondo cui solo il 43 per cento dei palestinesi e il 49 per cento degli israeliani sostiene l’accordo. Si tratta, scrive il giornale, “del livello più basso in oltre un decennio, quando è iniziato un declino costante della popolarità, e il più basso in quasi 20 anni”. Basti pensare che nel 2010, solo otto anni fa, oltre il 70 per cento degli israeliani e il 57 per cento dei palestinesi era a favore della soluzione dei due Stati. Le perplessità sull’accordo si sono fatte più ampie dopo che a metà luglio la Knesset ha approvato a maggioranza una controversa legge che definisce Israele come “Stato-nazione del popolo ebraico”. Contro la legge sono scesi in piazza a Tel Aviv sabato scorso,  decine di migliaia di persone. I manifestanti, circa 30mila secondo le stime, hanno protestato nella centralissima Piazza Rabin con lo slogan ‘Abolire la legge Stato-Nazione. Sì all’eguaglianza’. Intanto sono aumentati anche gli scontri tra truppe israeliane e... View Article